Vini e vitigni autoctoni delle Marche | CucinoFacile.it

Vini e vitigni autoctoni delle Marche

La viticoltura nelle Marche risale all’epoca etrusca, un’origine celebrata negli anni Cinquanta dalla bottiglia a forma di anfora, disegnata dall’architetto Antonio Maiocchi per il Verdicchio della cantina Fazi Battaglia, che portò a questo vino una fama mondiale. Proprio questo vitigno è, ancora oggi, l’uva più importante della regione: si coltiva nella zona dei Castelli di Jesi
e di Matelica e dà grandi bianchi, in grado di invecchiare per molti anni. Altri vitigni a bacca bianca autoctoni sono il ribona (il nome significa «due volte buono»), da cui si producono vini fermi molto profumati e freschi, e spumanti Metodo Classico interessanti; il bianchello del Metauro, alla base di bianchi fruttati, leggeri e di facile approccio, il pecorino e la passerina, condivisi con il vicino Abruzzo. Tra le uve autoctone a bacca scura, la lacrima di Morro d’Alba dà un rosso morbido e aromatico, mentre la vernaccia nera o di Serrapetrona si vinifica secca, dolce e spumante, a dimostrazione della sua grande versatilità. Il Rosso Piceno, il Rosso Conero e l’Offida rosso, frutto di un mix di montepulciano e sangiovese, sono vini robusti e corposi adatti alle carni e ai primi con sughi saporiti. La zona da tenere d’occhio è quella dei Colli Pesaresi, dove stanno nascendo rossi di grande piacevolezza, da uve sangiovese e pinot nero.

Rosso Piceno Superiore Gotico 2016 Ciù Ciù

Uve montepulciano e sangiovese, coltivate con agricoltura biologica sulle colline di Ascoli Piceno, in questo rosso robusto e vellutato, con intensi profumi di frutti rossi. Con brasato alla marchigiana. 13,50 euro, ciuciuvini.it

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Massaccio 2018 Fazi Battaglia

Dai vigneti di Cupramontana, è un bianco ampio e avvolgente, caratterizzato dai profumi di frutta matura, anice ed erbe mediterranee. Con orata al finocchietto e agrumi. 15 euro, fazibattaglia.com

Lacrima di Morro d’Alba Superiore 2018 Stefano Mancinelli

È un rosso che sa conquistare con i suoi intensi profumi floreali e il sapore speziato, morbido e persistente. Con i vincisgrassi, le succulente lasagne marchigiane al ragù di frattaglie.15 euro, mancinellivini.it

Verdicchio Spumante Brut Le Cuvée Rocca dei Forti

Il vitigno bianco simbolo della regione qui è vinificato in versione spumante, per un calice fragrante e fresco, ottimo con una frittura di pesce dell’Adriatico. 5 euro, roccadeifortilecuvee.it

Translate »