Valori nutrizionali delle uova, tutto quello che dovete sapere

Valori nutrizionali delle uova, tutto quello che dovete sapere

Le uova sode con i nostri consigli

Sodo o al tegamino, a colazione, a pranzo o a cena, da solo o come ingrediente di una bella insalata, l’uovo è uno di quegli alimenti che, se consumato con moderazione, è sano e altamente nutriente. Molto proteico e povero di carboidrati, è apprezzato soprattutto dagli sportivi e da chi è particolarmente attento alla linea. Nell’uovo c’è anche una buona dose di colesterolo, motivo per cui è consigliato il consumo di un uovo o al massimo due a settimana, specialmente per chi soffre di ipercolesterolemia. Ma vediamo nel dettaglio i valori nutrizionali dell’uovo.

Proteine e vitamine nell’albume

Un uovo di gallina pesa circa 55 grammi e contiene circa 90 Kcal, di cui l’80% nell’albume. Albume e tuorlo sono, infatti, due componenti separate e come tali hanno proprietà nutritive diverse. Il “bianco dell’uovo” è una soluzione acquosa in cui sono disciolte proteine (tra cui l’albumina), circa il 10,5 %, vitamine (soprattutto quelle del gruppo B) e sali minerali (potassio, magnesio e una piccola quantità di sodio). A differenza del tuorlo, è praticamente privo di grassi e quindi anche di colesterolo.

Nel tuorlo, quante sorprese

Il tuorlo è un concentrato di sostanze lipoproteiche disperse in una massa composta da acqua e plasma. Le sue componenti principali sono, quindi, proteine e grassi. Questi ultimi, a differenza di quelli contenuti negli altri alimenti di origine animale, sono soprattutto monoinsaturi e polinsaturi, quindi benefici per l’organismo. Come accennato sopra, un tuorlo contiene anche una buona dose di colesterolo, circa 200 mg per uovo, quindi piuttosto elevata se si considera che il fabbisogno quotidiano non dovrebbe superare i 300 mg. Allo stesso tempo, però, il “rosso dell’uovo” è anche ricco di lecitine che potenziano l’attività del “colesterolo buono”. Nel tuorlo sono poi disciolti sali minerali, in particolare calcio, ferro e fosforo, e vitamine, quelle liposolubili e del gruppo B. Il tipico colore arancione è determinato da un’elevata presenza di carotenoidi, dei pigmenti organici contenuti nelle piante. Quindi più il tuorlo è tendente al rosso e più la gallina si sarà nutrita di erba medica e granturco.

Translate »