Val delle Rose, ecco dove innamorarsi della Maremma e dei suoi vini

Val delle Rose, ecco dove innamorarsi della Maremma e dei suoi vini

Partendo da Grosseto e puntando verso le sue colline, in direzione sud-est, è possibile raggiungere in pochi minuti la vicina località di Poggio la Mozza: qui, nel 1996, la Famiglia Cecchi è diventata proprietaria dell’azienda Val delle Rose, suggestiva tenuta maremmana che si estende in tutta la sua bellezza su duecento ettari di terreno, destinati a ottenere entro il 2021 la certificazione biologica. Con vigne nutrite dal prestigioso terroir della zona e dolcemente accarezzate dai venti in arrivo dal mare.

L’eccellenza in un calice

La cantina Val delle Rose custodisce al suo interno piccoli, grandi capolavori in bottiglia, capaci di raccontare a meglio le tradizioni del territorio toscano direttamente dal calice. Tra i grandi vini della tenuta troviamo dunque il Litorale Maremma Toscana D.O.C., bianco o rosato, ottenuto da uve di Sangiovese sottoposte a pressatura leggera. Ma anche il Cobalto Maremma Toscana D.O.C., prodotto solamente in duemila bottiglie: si tratta in questo caso di un Vermentino capace di rendere pienamente onore alle eccellenti caratteristiche del terroir, lasciato a maturare per 10 mesi a contatto con i propri lieviti (il 50% in legno, il 35% in anfora e il 15% in acciaio), per poi essere affinato in bottiglia per un minimo di altri sei mesi Ma non dobbiamo poi dimenticare la cospicua produzione di rossi di altissima qualità, che spaziano dal Morellino di Scansano D.O.C.G. al Il Ciliegiolo Maremma Toscana D.O.C., per arrivare all’Aurelio Maremma Toscana D.O.C., raffinato blend di Merlot (95%) e Cabernet Franc (5%) in grado di rappresentare appieno lo spirito della Maremma.

Alla scoperta della Maremma

Ecco allora che Val delle Rose si trasforma quasi per magia in una destinazione perfetta non solo per degustare vini di altissima qualità, ma anche per lanciarsi alla scoperta del territorio toscano e di tutto ciò che circonda l’affascinante universo vitivinicolo. I visitatori della tenuta avranno la possibilità di addentrarsi nella cantina interrata della struttura, che ospita ben 400 barrique in cui riposa il vino destinato all’invecchiamento, per poi lanciarsi in un’autentica avventura tra le vigne all’insegna del trekking. Il tutto, ovviamente, non può che essere sublimato da una meritatissima degustazione, da vivere nel wine bar o affacciati sulla terrazza panoramica, con tanto di specialità culinarie locali in abbinamento. Sul sito ufficiale dell’azienda è possibile inoltre consultare gli eventi speciali in calendario per la bella stagione in arrivo, con serate speciali a base di musica per un brindisi davvero indimenticabile.