Una domenica felice

Una domenica felice

Ho trovato dopo anni che lo cercavo un ristorante perfetto per il pranzo domenicale leggermente fuori porta. Ci ha portato un amico che ringrazio ancora ( Mario, sei proprio tu grazie). Si trova a Vigano Certosino, nel parco agricolo sud est di Milano (direzione Abiategrasso). Appena usciti dall’autostrada, un po’ di landa a destra e a sinistra eccolo lì il locale, costruzione bassa, ecco l’Antica Trattoria del Gallo. Ambiente famigliare, atmosfera calda, tutto pulitissimo, tovaglia candide e rassicuranti, bei sorrisi. Due famiglie, la mia e quella degli amici, tavolone grande. Seguiamo loro che sono clienti fissi e ordiniamo patate fritte, tra le migliori della mia vita ovvero tagliate come quelle del pacchetto ma squisite e leggere, frittura di livello. Ordino una lasagna io, pollo alla diavola il mio lui, il must della casa, la proposta bambini con cotoletta e patatine (Leonardo alle stelle dalla gioia), buonissima l’insalata russa di cui sono oltremodo maniaca. Nel frattempo incrocio Eugenio Boer con la sua compagna che mangiano cose normali e non gourmet (sempre un buon segno quando incontri chef di grande statura in un ristorante fuori porta).

Antica Trattoria del Gallo

E poi per finire arrivano i cannoncini, leggeri come le ali di una farfalla. Sapore della crema micidiale, fanno la gara con quelli dei fratelli Cerea che ti servono alla fine iniettando con il sac à poche quanta crema vuoi tu. E poi satolli e felici (abbiamo provato vini bianco di Santorini e uno sloveno perché la carta ha etichette eccellenti), andiamo a camminare sulla strada che porta verso la cascina Guzzafame. Qualche metro per sgranchire le gambe e alleggerire non tanto la bilancia quanto il senso di colpa. Però che domenica felice!

Ps visto che mi sembra indispensabile indicare sempre il prezzo di un ristorante, abbiamo speso in tre circa 130 euro, considerate però che abbiamo ordinato con gli amici due bottiglie di vini pazzeschi.

Foto di Francesca Moscheni

 

Translate »