Tartiflette, il piatto che ti fa sentire al calduccio

Tartiflette, il piatto che ti fa sentire al calduccio

Tartiflette
Tartiflette
Tartiflette
Tartiflette

Caldo, sostanzioso, ricco, goloso: la tartiflette è il piatto ideale per i pranzi d’inverno. Ha origini francesi, in particolare è una preparazione dell’Alta Savoia, ma viene spesso proposto anche in Valle d’Aosta e nella zona del Monte Bianco. Non è un semplice sformato e il suo protagonista è il Reblochon, un formaggio tipico francese di latte crudo vaccino.

Da servire con un buon bicchiere di vino rosso che stempera il gusto pieno del piatto, la tartiflette è semplice da preparare, ma richiede due step, il primo in padella e il secondo in forno. Scopriamo insieme come fare.

La ricetta della tartiflette

Ingredienti

Per 4 persone vi serviranno: 400 g di Reblochon, 600 g di patate, 100 g di pancetta tagliata a cubetti o striscioline, 2 cipolle, 1 bicchiere di vino bianco secco, burro qb, sale e pepe qb. Tenete pronto del brodo in caso di necessità.

Procedimento

Come prima cosa lavate le patate e lessatele con la buccia per 15 minuti circa (o finché sono morbide ma non troppo, non devono spappolarsi) in acqua bollente salata. Scolatele, poi pelatele e fatele raffreddate. Tagliatele a cubetti e mettetele da parte. Sbucciate poi le cipolle e affettatele sottilmente. Mettetele in una padella a rosolare con una noce di burro, aggiungete la pancetta. Lasciate cuocere a fuoco basso. Se vi sembra che il burro si sia asciugato troppo aggiungete poco brodo. Sfumate poi con il vino e fate cuocere finché la cipolla non sarà morbida. Aggiungete poi le patate e fatele saltare in padella. Salate e pepate. Tagliate il Reblochon a fette abbastanza spesse, mantenendo la crosta. Prendete una teglia, imburratela e versate il mix di patate, cipolle e pancetta. Coprite poi con il Reblochon e passate in forno per 10 minuti a 220°C.

Translate »