Tarte Tatin, non solo mele: ricette tutti frutti

Tarte Tatin, non solo mele: ricette tutti frutti

Pesche, pere, frutti di bosco e “tutti frutti”: non c’è limite alla fantasia in cucina, neanche quando si parla di dolci come la Tarte Tatin, tradizionalmente confezionata con le mele. Un vero e proprio classico della cucina francese, nato ad inizio Novecento dall’errore delle sorelle ristoratrici Stephanie e Caroline Tatin che preparano al contrario una torta di mele. Ma il successo internazionale che ha avuto la ricetta ha inevitabilmente portato il dolce ad essere oggetto di rivisitazioni e varianti, gustose e facili da preparare.

Tarte Tatin alle pesche

Perfetta nel periodo estivo, questa Tarte Tatin viene confezionata con le pesche al posto delle mele. Il consiglio è quello di scegliere pesche noci o comunque non troppo mature. Lavate e tagliate 6 pesche a spicchi. In un pentolino, fate caramellare 150 g di zucchero con un cucchiaio di acqua o di succo di limone. Poi preparate la teglia, foderandola con la carta forno e imburrando leggermente. Versate quindi il caramello nello stampo e sistemate gli spicchi di pesca a raggiera. Stendete sopra le pesche la pasta brisée e mettete in forno a 180° per circa 30 minuti. Fate raffreddare il dolce e poi capovolgete il dolce.

Tarte Tatin con pesche e frutti rossi

Se siete golosi di frutti rossi, procuratevi oltre a 4 pesche more e lamponi (q.b.). Caramellate 180 g di zucchero di canna con 40 g di burro e qualche goccia d’acqua, disponendo gli ingredienti anche direttamente sulla teglia, da mettere in forno per qualche minuto. Sul caramello disponete la frutta: potrete decidere di mischiarla oppure di fare una parte della teglia con le pesche e l’altra metà con i frutti rossi. Poi cospargete con due cucchiai di zucchero e coprite con la pasta brisée. Infornate e cuocete per circa 20 minuti, fino a quando la pasta non avrà ottenuto un bel colore dorato. Come sempre, capovolgete la torta una volta che l’avrete sfornata.

Tarte Tatin alle pere

Quella con le pere è probabilmente la variante più famosa della Tarte Tatin: invece delle mele, procuratevi 6 pere da lavare e tagliare a spicchi. Fate caramellare 200 g di zucchero in un pentolino con una cucchiaiata d’acqua e 50 g di burro: versate il caramello nello stampo per la torta e, prima che si solidifichi, sistemate a raggiera gli spicchi nello stampo. Tirate sulla spianatoia la pasta brisée e poi mettetela a copertura delle pere per chiudere la torta. Tagliate via la pasta in eccesso e infornate a 200° per 40 minuti. Dopo aver sfornato il dolce, lasciatelo freddare qualche minuto e poi capovolgete lo stampo. Per dare un tocco in più a questa versione di Tarte Tatin, provate a grattugiare un po’ di zenzero fresco sopra le pere prima di coprirle con la pasta brisée.

Tarte Tatin pere e ananas

Se amate i gusti esotici, unite alle pere anche l’ananas: fate caramellare 60 g di zucchero con 60 g di burro ed un pizzico di sale. Distribuite il caramello sul fondo dello stampo rivestito con carta forno. A questo punto, mettete al centro una fetta intera di ananas, distribuite a raggiera gli spicchi di pere alternati a fette di ananas tagliate a metà. Coprite con pasta brisée e infornate a 180° per circa 25 minuti.

Tarte Tatin “tutti frutti”

Se non riuscite a scegliere la frutta giusta per la vostra Tarte Tatin, provate la ricetta “tutti frutti”: lavate e tagliate a spicchi o fette 2 albicocche, una banana, 2 pesche, un ananas. Fate caramellare 100 g di zucchero in un pentolino con 10 g di burro e un cucchiaio di acqua, poi versate il caramello sul fondo dello stampo e disponete la frutta, divertendovi ad alternare i colori. Coprite con la pasta brisée e fate delle piccole incisioni con la forchetta; mettete in forno ventilato a 180° per circa 35 minuti. Quando la torta sarà cotta, togliete dal forno e aspettate un paio di minuti prima di capovolgerla. Ottima da servire sia calda che fredda magari accompagnata da una pallina di gelato.

La ricetta per la pasta brisée

In generale, il procedimento per realizzare una Tarte Tatin prevede la preparazione della pasta brisée, da fare in casa con 200 g di farina, 100 g di burro, acqua fredda e sale q.b. Farina e burro freddo vanno lavorati insieme per ottenere un composto dalla consistenza farinosa; successivamente è necessario aggiungere un pizzico di sale e versare acqua fredda (circa 70 ml) un po’ alla volta, lavorando l’impasto velocemente e con la punta delle dita per renderlo compatto e solido. A questo punto, fate riposare l’impasto in frigorifero, avvolgendolo con della pellicola da cucina. Dopo circa un’ora potrete togliete la pasta dal frigorifero e stendetela per completare la ricetta.

Translate »