Stracchino: dal risotto alla millefoglie, un formaggio super versatile!

Stracchino: dal risotto alla millefoglie, un formaggio super versatile!

Come conservare lo stracchino
Un formaggio senza crosta
Ideale da spalmare
La differenza con la crescenza
Lo stracchino stagionato per tre mesi

Formaggio di pasta molle di origine lombarda, lo stracchino, deve probabilmente il suo nome a una parola del dialetto locale: “stracch“,che vuol dire stanco e si riferisce alle mucche che tornavano “stanche” dal pascolo estivo e producevano poco latte. Per fare lo stracchino, infatti, di latte ne serve poco e la sua stagionatura è decisamente breve, venti-trenta giorni al massimo. Il suo sapore è delicato, e tra le proprietà nutritive – oltre al calcio – c’è anche una discreta quantità di fosforo.

Leggero ma non troppo

Dal punto di vista nutrizionale, lo stracchino fornisce un minore apporto calorico rispetto ai formaggi stagionati e, se consumato alle giuste quantità, può essere considerato anche adatto per le diete ipocaloriche. Bisogna però precisare che, vista la percentuale alta di grassi saturi nello stracchino, ci sono altri formaggi freschi più leggeri come la ricotta e il quark.

Come si usa in cucina

Lo stracchino si può utilizzare in cucina sia da solo, come formaggio da tavola o spalmato sul pane o sui crostini, sia in numerose ricette. Ottimo accostato a verdure dal sapore amarognolo, come il radicchio, i carciofi, la cicoria, questo formaggio è perfetto anche in combinazione con salumi o insaccati dal sapore intenso, come lo speck.

Le ricette con lo stracchino

Largamente usato per farcire le piadine e per preparare il risotto con le zucchine, lo stracchino si può usare in tantissimi piatti, persino dolci. Volete qualche esempio? Iniziamo questa carrellata con una deliziosa focaccia allo stracchino, una torta salata leggera fatta con il grano saraceno  e delle delicate lasagne fatte in casa. Oppure delle crespelle o delle sfogliatine. Perfetto da mixare alle verdure, è l’ingrediente segreto per preparare, ad esempio, degli involtini di verza o uno sformato di barbe di frate e carote, o ancora delle cipolle ripiene. E i dolci? Una classica cheesecake, una millefoglie con le pere piena di gusto e, persino, i baci di dama.

Scoprite ora nella gallery altre curiosità sullo stracchino

Translate »