Spaghetti alla carbonara… di cachi!

Spaghetti alla carbonara… di cachi!

Spaghetti alla carbonara di cachi
Spaghetti alla carbonara di cachi
Spaghetti alla carbonara di cachi
Spaghetti alla carbonara di cachi

«E tu come la fai la carbonara?» Tutto mi sarei aspettata come risposta tranne quella che prevedeva l’utilizzo dei cachi. E invece una mia amica mi ha raccontato di questa originale ricetta. Non ce ne vogliano i puristi della tradizione. L’abbiamo chiamata “carbonara” perché gli ingredienti (tranne l’uovo) e il procedimento sono simili a quelli della celebre pasta romana, ma diciamo che si tratta di un primo che utilizza e accosta in modo particolare questo dolce frutto autunnale.

Cachi al posto delle uova

Come vi sembra l’idea? Io l’ho provata e mi ha convinto! In questa variazione della carbonara, i cachi vengono utilizzati in sostituzione delle uova. Frullandoli si ottiene una crema con cui amalgamare la pasta. Il caco contrasta il sapore ricco del guanciale e del pecorino, ma allo stesso tempo li accompagna in dolcezza.

La ricetta della carbonara di cachi

Ingredienti

Per fare la carbonara di cachi procuratevi dei cachi (uno ogni 100 g di pasta circa) poi, come nella classica carbonara, spaghetti, guanciale, pecorino e pepe.

Procedimento

Mettete a bollire una pentola con l’acqua.
Prendete i cachi: togliete la buccia, eliminate eventuali semi all’interno e frullate la polpa fino a ottenere un composto omogeno.
Taglite quindi il guanciale a cubetti e fatelo rosolare in padella fino a quando sarà diventato croccante.
Quando l’acqua bolle, salate e buttate la pasta.
Trascorso il tempo di cottura, scolate la pasta, quindi rovesciatela nella padella del guanciale e aggiungete anche il caco frullato.
Terminate con una spolverata di pecorino e un pizzico di pepe.

 

Translate »