Solari bio o vegan, come scegliere la protezione per un’estate green

Solari bio o vegan, come scegliere la protezione per un’estate green

Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green
Solari vegan o bio, come scegliere la protezione per un’estate green

Solari bio o vegan, come scegliere la protezione per un’estate green? Spesso la protezione solare è uno di quei prodotti che rischiamo di scegliere con poca attenzione o superficialità. Il più delle volte viene utilizzata solo durante le vacanze estive, forse lasciata nell’armadietto del bagno fino al viaggio dell’estate successiva – un errore da non fare. Bisognerebbe invece riflettere sul fatto che la crema solare viene spalmata sulla nostra pelle più volte al giorno, specialmente sui bambini.

Oltre all’attenzione necessaria per la corretta individuazione del filtro solare adatto al nostro fototipo di pelle, è importante anche soffermarsi sugli ingredienti del solare stesso. Il mass market ci ha abituato a offerte speciali e formati risparmio, rischiando così di farci perdere di vista la qualità intrinseca del prodotto. Oltre a far bene alla nostra pelle, perché non verifichiamo anche la lista degli ingredienti della crema solare così come faremmo per un prodotto alimentare? Sensibili all’ambiente, responsabili verso il Pianeta, forse vegani, la scelta del solare dovrebbe essere etica e consapevole. Basta leggere bene la lista degli ingredienti per far sì che anche un momento di relax come prendere il sole possa essere un contributo non solo al proprio benessere ma anche a quello del Pianeta circostante.

Solari bio

Qual è la differenza tra un tradizionale solare e un solare bio? Sta tutta nel contenuto! Al momento dell’acquisto, facciamo attenzione che i componenti dei solari siano effettivamente organici provenienti da agricoltura biologica e che non inquinino l’ambiente oltre che essere sicuri per la salute della pelle. Ci sono certificazioni ufficiali come ICEA e NATRUE, tra le più diffuse nei solari bio in commercio in Italia, oltre le più immediate come Gluten free o che riportano le indicazioni dei test condotti sui metalli pesanti, il nickel, l’assenza di coloranti artificiali, profumazioni, petrolati, parabeni e conservanti chimici.

Le creme solari bio sono prodotti naturali che escludono totalmente dalla loro composizione i filtri solari chimici. I filtri fisici naturali e i filtri chimici hanno la stessa funzione, cioè di ridurre la quantità di radiazioni dei raggi solari, ma lo fanno in maniera completamente diversa. Mentre i filtri chimici sono molecole sintetiche in grado di assorbire i raggi ultravioletti innescando la liberazione di dannosi radicali liberi, quelli naturali sono formati da piccole particelle minerali che invece le riflettono proteggendo la pelle.

Indice UV

I prodotti solari tradizionali rischiano di contenere sostanze petrolifere, essere quindi altamente inquinanti per l’ambiente, nocivi sia per pesci, molluschi e altre specie. Non sempre fanno bene anche a noi: potenziali allergizzanti, spesso contengono sostanze poco salutari come il Benzophenone, che si è rivelato un pericoloso interferente endocrino.  I prodotti di cosmesi eco-naturale di oggi offrono livelli di qualità che non hanno proprio nulla da invidiare ai prodotti classici solari. Cerchiamo quindi di scegliere filtri fisici come il biossido di titanio e l’ossido di zinco poiché hanno un profilo tossicologico più sicuro dei filtri chimici, non interagiscono con la pelle e sono potenzialmente meno allergizzanti.

Solari vegan

Oltre a fare una scelta responsabile sia verso la propria pelle che verso l’ambiente, quando si segue uno stile di vita vegano a tavola è corretto portarlo anche in spiaggia. Scatta allora la caccia ai solari vegan, ovvero che non contengano ingredienti di origine animale come la cera d’api, la lanolina (grasso estratto dal vello di pecora) o la chitina (dai gusci di insetti). Il consiglio che vi diamo è di dare un’attenta lettura alla composizione sulle confezioni, privilegiando i prodotti contrassegnati da certificazioni inequivocabili come Vegan (senza ingredienti di origine animale) e, perché no, anche Cruelty free (non testati su cavie animali).

Sfoglia la photo gallery per le proposte di solari bio o vegan