Sgombro sott’olio: ecco perché averlo sempre in dispensa

Sgombro sott’olio: ecco perché averlo sempre in dispensa

Idee con lo sgombro sott’olio
Idee con lo sgombro sott’olio
Idee con lo sgombro sott’olio
Idee con lo sgombro sott’olio
Idee con lo sgombro sott’olio

Lo sgombro appartiene alla categoria ittica del pesce azzurro ed è ricco di proprietà nutrienti e di grassi mono e poli insaturi, i famosi Omega 3, che tanto bene fanno al nostro sistema cardiocircolatorio. È anche una fonte incredibile di minerali, come iodio, potassio, ferro, fosforo, magnesio e rame, oltre che di vitamine, la D ma soprattutto del gruppo B (B1, B2 e B3). Per questi (e altri) motivi sarebbe bene averlo sempre a disposizione a casa, da utilizzare al momento opportuno, per salvare una cena o come ingrediente di un piatto.

Come scegliere lo sgombro confezionato: sott’olio è meglio

Sugli scaffali dei supermercati possiamo trovare lo sgombro confezionato in diversi modi. Quale è meglio scegliere? Senza dubbio le confezioni con olio extravergine di oliva sono da preferire a quelle in cui il pesce sia conservato in olio di semi. Oltre alle vitamine dello sgombro in questo modo si assumerebbero anche tutte le vitamine e i polifenoli contenuti nell’olio extravergine di oliva, un vero toccasana per la nostra salute. Se non ci fosse in olio extravergine di oliva, potete optare per quello al naturale.

Vetro vs metallo: quale è meglio?

Lo sgombro lo si trova confezionato in vasetti di vetro o in scatolette di metallo. Tra i due, meglio preferire il vetro, perché lascia vedere bene il prodotto all’interno, se si tratta di filetti integri o di pezzetti singoli messi insieme, se le carni sono ben sode e se sono di un colore omogeneo. Unica accortezza: una volta acquistato, lasciatelo in un luogo asciutto e al buio, perché il vetro trasparente non lo protegge dalla luce, come invece farebbe la scatoletta in metallo.

Lo sgombro sott’olio in cucina

Non avete fatto in tempo a fare la spesa e non sapete cosa portare in tavola? Lo sgombro sott’olio che avete in dispensa vi risolverà tutto.

Apritene una confezione, scolatelo, sminuzzatelo e unitelo a dell’insalata fresca. Aggiungete qualche pomodorino tagliato, una cipolla di Tropea affettata, qualche oliva e un uovo sodo. Avrete una versione dell’insalata Nizzarda a base di sgombro.

Avete voglia di un piatto di spaghetti ma non avete preparato alcun sugo? Fate un soffritto di cipolla, unite lo sgombro sgocciolato, un pizzico di peperoncino piccante e una spolverata di origano: un primo piatto gustoso pronto in pochi minuti.

Per una insalata più ricca, fate lessare in acqua salata alcune patate, pelatele e riducetele a tocchetti. Spezzettate alcuni filetti di sgombro e uniteli alle patate insieme a una cipolla affettata. Completate con un filo di olio extravergine di oliva, aggiustate di sale e finite con della maggiorata tritata.

Nel tutorial trovate ancora qualche idea per portare lo sgombro in tavola

Translate »