Scuola di cucina: come usare gli scarti di carne e pesce

Scuola di cucina: come usare gli scarti di carne e pesce

In cucina non si dovrebbe buttare via niente. Gli chef de La Scuola de La Cucina Italiana, in particolare, cercano di utilizzare al meglio gli scarti di carne e pesce. Ecco, quindi, qualche consiglio per non sprecare (e risparmiare) con gusto.

Scarti di carne

Gli scarti della carne possono essere utilizzati per preparare degli ottimi brodi, da utilizzare come base per risotti, brasati oppure stufati. Ossa e carni di vitello e pollo sono perfetti per insaporire le salse, come ad esempio il fondo bruno, la demi-glace unica per scaloppine e arrosti.

Scarti di pesce

Quante volte, dopo una cena a base di pesce, hai trovato la tavola piena di scarti? Invece di buttarli via, puoi utilizzarli così: testa, spina centrale e pinne sono ottimi per preparare dei brodi molto saporiti, ideali sia da soli sia come base per risotti e salse. Un’alternativa gustosa potrebbe essere quella di preparare un brodetto, tipico piatto marchigiano preparato con differenti varietà di pesce.

Una ricetta

Se vuoi realizzare una ricetta con zero scarti, segui i consigli degli chef de La Scuola de La Cucina Italiana. Puoi preparare una crema con la trota, pesce molto delicato e salutare grazie al calcio contenuto nella cartilagine. Taglia il pesce a pezzi, senza eliminare nulla, occhi e squame comprese; fai cuocere il tutto in una pentola a pressione per circa due ore insieme a carote, spezie e poca acqua. Infine, frulla il tutto con un mixer a immersione e vedrai che delizia! Puoi anche provare a preparare la crema a partire da pesce di mare, avrà un sapore molto più forte.

Vuoi altri consigli utili in cucina? Partecipa ai corsi de La Scuola de La Cucina Italiana, consulta qui il calendario!

Testi di Giulia Ubaldi