Scones dolci e salati per l’ora del tè

Scones dolci e salati per l’ora del tè

Scones
Scones
Scones
Scones
Scones
Scones
Scones
Scones

Il tè delle cinque ha un altro sapore se a tavola ci sono gli scones!

Cosa sono gli scones? 

Sembrano dei piccoli panini di pasta brioche, ma in realtà l’impasto e la consistenza sono molto diversi. Sono dolcetti di origine scozzese e nella tradizione anglosassone vengono serviti con il tè delle cinque. In genere sono dolci, ma non troppo, e vengono farciti con clotted cream e confettura di fragile, ma esistono molte varianti, anche salate. In origine la parola scones si riferiva a una focaccia tonda, piatta e non lievitata a base di farina di avena che veniva cotta su una piastra e servita tagliata a spicchi triangolari, i bannock. In Scozia le parole scones e bannock sono spesso intercambiabili. Oggi gli scones non si preparano più solo con la farina di avena.

Scones, shortcake e cobbler 

Sono la stessa cosa? A giudicare dall’aspetto sembrerebbe di sì, ma in realtà i tre impasti hanno ingredienti e origini diverse. Gli scones sono dolci scozzesi, anche se in molti li considerano inglesi, mentre cobbler e shortcake sono americani. I cobbler sono dolci a base di frutta simili a crumble con una superficie croccante e friabile, mentre le shortcake sono davvero molto simili agli scones per l’aspetto, ma hanno le uova tra gli ingredienti. Si fa spesso confusione tra shortcake e scones, ma noi vogliamo darvi la ricetta classica degli scones scozzesi.

Come si preparano gli scones? 

Questa è la ricetta classica, leggermente dolce. L’impasto è davvero molto semplice da preparare e non richiede tempi di lievitazione perché si utilizza il lievito istantaneo. Per prima cosa lavorate con le mani 60 g di burro freddo con 250 g di farina 00, un cucchiaio di lievito istantaneo (non di birra), un cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale e formate piccole briciole. Aggiungete poi il latte e create l’impasto che deve essere abbastanza morbido. Se necessario aggiungete un po’ di farina per lavorarlo meglio. Stendetelo su un piano infarinato utilizzando un matterello. Lo spessore dell’impasto deve essere di 4 cm. Ritagliatelo con un coppa-pasta o con un bicchiere e infornate gli scones all’interno di una teglia rivestita con carta forno dopo averli spennellati con un uovo sbattuto. Cuociono a 200° per 10 minuti. Gli scones vengono farciti in genere con confettura di fragole e clotted cream.

Cos’è la clotted cream? 

Non si tratta di semplice panna montata né di formaggio spalmabile, ma è una crema deliziosa e morbidissima che richiede lunghi tempi di cottura in forno. Si chiama anche panna rappresa. Per prepararla dovete utilizzare della panna poco pastorizzata e molto grassa. La panna va versata in un recipiente da forno con coperchio e lasciata per 8 ore a 80°. Quando si sarà formata una sorta di pellicola gialla in superficie, rimuovetela e lasciate raffreddare la clotted cream in frigorifero. Se non avete tempo di preparare la clotted cream potete sostituirla con della panna fresca semimontata o con panna acida.

Varianti dolci 

Gli scones possono essere arricchiti in tanti modi. Innanzitutto potete sbizzarrirvi nelle farciture utilizzando creme e confetture a piacere, ma potete anche aggiungere spezie o frutta secca nell’impasto base. Un classico sono gli scones all’uvetta profumati alla cannella. Ottimi anche quelli con frutta fresca, in genere mirtilli o fragole.

Varianti salate

Potete utilizzare la ricetta base anche per gli scones salati perché non è molto dolce. Se preferite, però, eliminate del tutto lo zucchero e aggiungete un pizzico di sale in più. Potete arricchire l’impasto con spezie come curry, paprika, curcuma o con erbe aromatiche. Se volete renderli più saporiti e gustosi aggiungete dadini di pancetta o piselli saltati in padella. Come farcita invece potete optare per formaggio spalmabile e salmone oppure affettati di ogni genere o anche verdure grigliate. Insomma, scatenate la fantasia!

Tondi o a spicchi? 

Potete decidere voi quale forma dare ai vostri scones. In Scozia esistono due varianti, quelli rotondi e quelli triangolari, ma sono realizzati con la stessa ricetta e cambia solo la forma.

Translate »