Salsa al cren, il wasabi italiano

Salsa al cren, il wasabi italiano

Cren: dove si compra
Salsa al cren: come coltivare il rafano nell’orto
Salsa al cren: focus sul gusto
Salsa al cren: ideale per bolliti e arrosti
Salsa al cren: con il pesce è buonissima!

Siete amanti del bollito, ma vi siete stancati di insaporirlo solo con la salsa verde? Oppure avete delle uova che stanno per scadere e volete farcirle in modo insolito, aggiungendo un tocco piccante al piatto? La soluzione è tutta in un’unica risposta: la salsa al cren.

Cos’è il cren

Niente di esotico: il cren è conosciuto anche come rafano, ed è una radice che cresce spontanea nei territori collinosi e montani dell’Appennino Tosco-Emiliano. Raramente la si può trovare anche più a sud, nel Lazio o in Basilicata.

Da questa radice si può ottenere questa salsa, che però non è per tutti: solo i palati che amano sapori forti e decisi possono affrontarla! Infatti, ha un gusto decisamente piccante e pungente.

Farla in casa è molto semplice e veloce: occorrono pochi ingredienti e circa mezz’ora. Qui sotto, trovate la ricetta passo passo, mentre nella nostra gallery qualche suggerimento su dove comprarla e con cosa abbinarla.

Come fare la salsa al cren

Ingredienti

Per preparare in casa la salsa al cren, vi occorrono: 250 gr di radice di rafano o cren, 100 gr di mollica di pancarrè, 75 gr di aceto bianco, 15 gr di zucchero, 30 gr di olio evo, sale qb.

Procedimento

Procuratevi una radice fresca di cren, lavatela bene sotto l’acqua corrente, rimuovendo ogni residuo di terra, poi raschiate via la buccia. Ora, tagliatela finemente e mettetela da parte. Prendete il pancarrè, rimuovetene i bordi e tagliate la mollica a cubetti. Unite questa al cren sminuzzato e ammollate il tutto con l’aceto bianco, unendo anche l’olio evo, lo zucchero e il sale. Mescolate con un cucchiaio vigorosamente e se serve, impastate il tutto anche con le mani, fino a ottenere un impasto cremoso e omogeneo: ecco la salsa al cren.

Translate »