Routine in cucina: c’è posto anche per i bambini

Routine in cucina: c’è posto anche per i bambini

Routine in cucina con i bambini
Routine in cucina con i bambini
Routine in cucina con i bambini
Routine in cucina con i bambini
Routine in cucina con i bambini

Le giornate in casa con i bambini sembrano infinite e trascorrono lente, soprattutto in momenti difficili come quello che stiamo vivendo.
Ma con lo spirito giusto possono diventare anche molto divertenti e stimolanti per tutti.
Nella routine della cucina per esempio – colazione, pranzo, cena, preparare, riordinare – possiamo coinvolgere tutta la famiglia.
Cosa possiamo fare in cucina con i bambini? Torte e manicaretti, certo, ma anche tante altre attività, non solo utili per intrattenerli, ma anche per mantenere l’ordine… in tutti i sensi.

Pulizie di Pasqua con i bambini

La Pasqua è alle porte. È tempo di pulizie!
Si chiamano così perchè questi sono i giorni giusti per pensare ad una pulizia molto approfondita della cucina e della dispensa.
I bambini si divertiranno un mondo a svuotare cassetti e scaffali per mettere un po’ di ordine in cucina.
Le attività da fare sono tante e molto stimolanti e ne approfitterete per prendere due piccioni con una fava.
Tutto al suo posto, cucina pulita e bambini felici!

Tutto in barattolo

Di certo avrete buste di legumi secchi, pasta e cereali sparse ovunque e aperte.
Avrete anche tanti barattoli vecchi della marmellata o magari conserve da finire e vasetti da lavare.
Una volta sterilizzato tutto, utilizzate i barattoli di vetro come contenitori per tutto quello che giace in bustine chiuse con mollette per i panni o con uno scotch che non regge.
Per i bambini sara divertentissimo svuotare sacchetti e riempire vasetti e regnerà l’ordine nelle vostre dispense.

Etichette a più non posso

Una volta sistemati i barattoli è importante etichettarli, quando necessario.
La pasta è facilmente riconoscibile, ma le spezie no e i cereali non sempre.
Quindi prendete carta e colla, oppure delle etichette vere e proprie se le avete, e scrivete quello che avete davanti a voi: sale, curry, pepe, paprika, peperoncino, quinoa, semi di chia…
I bambini che non sanno ancora scrivere possono disegnare, quindi armateli di pastelli e colori a cera e lasciateli creare.

Dispense pulite

Una volta svuotate le dispense, prima di riempirle nuovamente, pulitele per bene, scartate quello che non è più commestibile e mettete da parte in un posto più visibile quello che deve essere consumato al più presto.
I bambini possono aiutarvi con una pezzetta umida in mano per le pulizie e un occhio attento per le date di scadenza.
In questo modo impareranno anche il valore delle cose e capiranno quanto è importante non sprecare.

Grandi lavori in frigorifero

Tutto quello che avete fatto per la dispensa, vale anche per il frigorifero.
Svuotatelo e con l’occasione pulitelo e classificate quello che avete e che dovete consumare, sempre facendovi aiutare dai bambini. Insegnate loro anche come riporre esattamente tutti gli ingredienti e aiutateli a farlo.

Compiti per tutti in cucina

Una volta sistemata per bene la cucina realizzate un bel cartellone sul quale disegnerete un calendario settimanale.
Annoterete così giorno per giorno i compiti che spettano ad ogni membro della famiglia.
I bambini saranno addetti alla tavola da apparecchiare e sparecchiare e anche alla preparazione di qualche ricetta facile da pianificare di settimana in settimana, mentre i grandi provvederanno alla pulizia generale.
Sul calendario potrete annotare altri tipi di compiti casalinghi e assegnare dei piccoli stikers come premio per i bambini che sono stati bravi.

Una ricetta al giorno

Sempre sul calendario potete annotare tutte le ricette che si possono preparare, soprattutto con gli ingredienti che avete messo da parte perché prossimi alla scadenza.
Ogni giorno dedicate un’oretta o due alla preparazione di un piatto per tutta la famiglia, ovviamente con l’aiuto dei bambini.
In questo modo trascorrerete del tempo prezioso in famiglia, svolgerete comunque le vostre attività quotidiane in cucina, ma con uno spirito diverso e di certo con tanti sorrisi in più.
I bambini saranno sereni, felici, stimolati e si sentiranno utili. Questo li farà sentire di certo più grandi e responsabili.
Ecco quindi come un gioco può diventare un momento di crescita.

Translate »