Rosso, verde o giallo: quali peperoni scegli?

Rosso, verde o giallo: quali peperoni scegli?

I peperoni sono un ortaggio estivo leggero e gustoso. Dai valori nutrizionali alle proprietà, dalla varietà alle ricette: ecco tutto quello che c’è da sapere su di loro.

Tutti per uno, uno per tutti

I peperoni sono un po’ i tre moschettieri degli ortaggi: si trovano infatti rossi, verdi oppure gialli. Quelli verdi sono non sono ancora maturi e hanno un sapore piuttosto amaro, quelli rossi o gialli sono invece dolci e maturi al punto giusto.
Dal punto di vista della forma si trovano in commercio quadrangolari, allungati, conici oppure stretti.

Peperoni valori nutrizionali

Ricchi d’acqua ed ipocalorici, i peperoni contengono il 92% d’acqua e tra le 20 e le 30 calorie per ogni 100 grammi di prodotto.
Dal punto di vista delle vitamine, la più rappresentata è la vitamina C e i peperoni gialli ne sono i più ricchi di tutti. La vitamina C è termolabile: preferite, quindi, i peperoni crudi in pinzimonio se volete farne scorta. Non mancano anche la vitamina A ed E.
Dal punto di vista dei minerali, i peperoni sono ricchi di magnesio, potassio e – quelli rossi – di betacarotene.

Perché i peperoni fanno bene?

Grazie alla vitamina C, i peperoni sono antiossidanti e combattono i radicali liberi (proprietà aumentate anche dalla presenza di vitamina E), ma aiutano anche ad assorbire il ferro e mantenere sodi i tessuti molli (pelle, muscoli, tendini).
Acqua e fibre, invece, aiutano a sentirsi sazi prima e rendono questi ortaggi leggermente lassativi. L’esiguo contenuto calorico, invece, li rendere perfetti per le diete (certo, sempre se non li mangiate fritti o sott’olio).
I peperoni sono però sconsigliati a chi ha problemi gastrici, perché spesso sono difficili da digerire, ma si può tentare di ovviare a questo problema semplicemente eliminando la buccia.

Peperoni in cucina

L’ideale sarebbe consumare i peperoni crudi, per assimilare al meglio tutte le vitamine e i sali minerali che contengono. Un’idea potrebbe essere servirli con il pinzimonio oppure con l’hummus o lo tzatziki, per un aperitivo in perfetto stile “healthy”.
Le ricette – gazpacho a parte – prevedono questo ortaggio per lo più cotto e sono di impronta prettamente mediterranea: la caponata, la peperonata, i peperoni ripieni o con la mollica, con acciughe e capperi, la ratatouille, ma anche le fajitas messicane o la bagna cauda piemontese. L’origine dei peperoni risiede infatti nell’America del Sud, terra di sole, proprio come il nostro meridione.

Translate »