Risotto al pomodoro: la ricetta di mia nonna

Risotto al pomodoro: la ricetta di mia nonna

Mia nonna Emma era nata e cresciuta nella campagna veneta dove gli ingredienti erano pochi, la fame dopo il lavoro nei campi tanta. Nel suo passato di ragazza c’erano molta polenta, uova e minestre, nel suo cuore il pomodoro. Un ingrediente che nella sua cucina milanese non mancava mai e che capitava praticamente in tutti i piatti, risotto compreso. La sua idea di risotto al pomodoro era qualcosa di semplice, ma a pensarci bene anche originale. Lo preparava a occhi chiusi, facendo finta che il riso fosse pasta. Lo lessava bene al dente e lo condiva poi con il sugo di pomodoro che aveva preparato precedentemente con un soffritto di cipolla e i pelati che riduceva in polpa finissima con l’apposito attrezzo. Questa la ricetta che ho scritto ripensando a tutte le mezz’ore passate in cucina in attesa che fosse pronto e alle spolverate di grana grattugiato che completavano la magia.

La ricetta del risotto al pomodoro

Ingredienti

Per il sugo
500 g pomodori pelati, mezza cipolla dorata, olio extravergine d’oliva, basilico, sale
Per il riso
320 g riso Carnaroli, sale grosso

Procedimento

Soffriggete la cipolla tagliata finemente fino a quando sarà leggermente colorata. A questo punto aggiungete i pomodori pelati che avrete ridotto in salsa, la loro acqua e il basilico. Mescolate bene, salate e fate cuocere a fuoco lento per 40 minuti con il coperchio. Quando sarà pronto, togliete dal fuoco e lasciate intiepidire. Ora lessate il riso in abbondante acqua bollente e salata e scolate bene al dente. Mescolatelo con il sugo nella sua casseruola, servite e completate con una spolverata di formaggio grattugiato.

Translate »