Primi piatti pasquali: 50 idee per tutti i palati

Primi piatti pasquali: 50 idee per tutti i palati

Mezze maniche e polpette vegetali
Maccheroncini con patate, asparagi e maggiorana
Spaghetti alla chitarra burro e maggiorana
Fusilli al tonno affumicato
Pici con ragù di coniglio
Linguine con due creme e gamberi marinati
Pasta nera alla chitarra, seppie, piselli e zenzero
Perciatelli al nero di seppia
Trofie con crema di tonno e avocado
Linguine con pesce persico e barba di frate
Gratin di penne con sardine e finocchietto
Tagliatelle verdi con sugo al lime
Tagliatelle al ragù saporito di vitello
Lasagne verdi con tarassaco, crescione, borragine e ricotta
Lasagne di crespelle, con asparagi e taleggio
Lasagne con ragù vegetale
Lasagnetta di farro con ragù di piccione
Lasagne al tarassaco con verdure
Lasagnetta verde con pane aromatico
Lasagna di pane carasau al ragù
Calzoncelli di patate e fave
Caramelle tricolori alla ricotta e speck
Torta di paccheri in piedi alla ricotta
Ravioli di pasta fillo con provolone e cime di rapa
Crespelle di grano saraceno, prosciutto e fontina
Fagottini di scampi con crema di piselli secchi e germogli
Tortelli di coniglio con le fave
Zuppa di pesce di scoglio
Crema di latte con riso, crostini e olive
Pasta con carciofi e spinaci
Ravioli verdi al salmerino
Gnocchi e polenta liquida al gorgonzola
Spaghetti di riso e mais con trota
Cannelloni con barba di frate
Tagliatelle verdi e salsa allo zafferano
Risotto alle ortiche e provolone
Gnocchetti con le taccole
Garganelli con agretti, zenzero e ragù di agnello
Spaghetti integrali, gamberi e rucola
Lasagne fave e cipollotti
Strangolapreti con “ragù” al peperoncino
Calamarata al lemon grass
Risotto al lime, uova di salmerino e di aringa
Tortelli con crema di asparagi al tè
Gnocchi con ragù di polpo alla paprica
Ravioli con uova di lompo
Malfatti di ricotta e borragine con crema di mais
Chicche al cacao con grana e papaia
Cappelletti in crema di carote e finocchietto
Insalata di orzo con tartare di spigola
Pasta ripiena alle cime di rapa e salsiccia di Bra

Quando si pensa al pranzo di Pasqua, non si può non cadere nella tentazione di fantasticare sul menu. E per l’occasione vorremmo sapesse raccontare lo sbocciare della primavera, l’entusiasmo delle primizie e la grande festa che si celebra. E per questo una delle portate che amiamo di più sono i primi piatti pasquali. Potremo scegliere tra pasta fresca, secca, ripiena, all’uovo o integrale, riso, gnocchi, crespelle, lasagne e cannelloni.

E vista l’occasione speciale, perché non decorare i primi piatti pasquali con bellissimi fiori?
Di seguito trovate la lista dei fiori commestibili con una indicazione di massima del loro sapore. Se scegliete di cospargere il piatto con i petali di un fiore dovrete assicurarvi che il sapore si abbini bene o non tutti gli ospiti gradiranno la decorazione. Il consiglio in più poi è di inserirli nel piatto sempre all’ultimo momento prima di servirli o tenderanno ad appassire e “cuocersi” annerendo.

Tagete: fiore giallo acidulo e piccante con un fondo amarognolo
Rosa: dolce e delicata
Ginestra: fiore giallo zuccherino e mielose
Garofani: dolci e leggermente speziati
Margherite: hanno un gusto erbaceo
Primule: fresche ed erbacee
Camomilla: dolce e delicata
Pisello odoroso: fiore viola dolce e intenso

E se vogliamo seguire la tradizione più antica, non resta che dedicarci alla preparazione delle tagliatelle fresche, magari da donare agli ospiti come pensiero originale di Pasqua. Per far sì che sia una vera sorpresa, abbiamo pensato a una ricetta alternativa.

Ecco tutti i passaggi per preparare le tagliatelle integrali fatte in casa

Formate una fontana su una spianatoia con 500 grammi di farina integrale, formando una piccola conca al centro. Sbattete leggermente cinque uova in una ciotola con un pizzico di sale e aggiungetele poco alla volta alla farina. Impastate inizialmente con la punta delle dita e poi con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, aiutandovi eventualmente con qualche cucchiaio d’acqua (potrebbero volerci fino a 30 minuti). Mettete allora la pasta in una ciotola (o avvolgetela nella pellicola) e fatela riposare per circa mezz’ora prima di stenderla. A questo punto tiratela molto sottilmente con il matterello e arrotolate la sfoglia su di sè. A questo punto con un coltello ben affilato tagliate dei rotolini della grandezza di circa 5 mm, srotolateli e lasciatele asciugare in nidi.

Nella gallery qui sopra, 50 primi piatti pasquali per trovare quello giusto per il vostro menu

Translate »