Pasta fredda, ma vegetariana questa volta!

Pasta fredda, ma vegetariana questa volta!

Leggende narrano che col caldo possa passare l’appetito, ma se abbiamo davanti piatti freschi che richiedano poca cottura (o al massimo possano essere preparati in anticipo), le cose cambiano. Visto che rinunciare alla pasta in Italia è un sacrilegio, d’estate si usa come base per ricche insalate. Solitamente si aggiungono anche del tonno oppure degli insaccati, ma si può fare anche senza: la pasta fredda vegetariana non vi deluderà, anzi.

Ingredienti sì e ingredienti no

Per preparare una pasta fredda vegetariana via libera a uova, formaggi, legumi, frutta secca, pesti di ogni tipo e verdure coloratissime. Gli unici ingredienti da evitare sono carne, pesce, salumi, tonno, gamberetti e würstel. Condite con olio extra vergine d’oliva, spezie ed erbette fresche e, a seconda di gusti e ricette, anche con senape o maionese.

Pasta fredda vegetariana: i grandi classici

Non serve far fatica per trovare dei piatti molto tradizionali che non prevedono l’uso di carne e pesce. La pasta – che va scolata al dente e fatta raffreddare con un filo d’olio – condita con pomodorini, mozzarella e abbondante basilico è un piatto che tutti conosciamo (e abbiamo mangiato). Provate ad aggiungere anche una manciata di pinoli tostati in padella senza altri condimenti per dare una nota croccante in più.
Anche l’abbinamento pomodorini, mozzarella, olive e rucola è decisamente tradizionale e perfetto per chi segue un’alimentazione vegetariana. Se, invece, ieri sera avete fatto una grigliata, rigorosamente veg ovviamente, e vi sono avanzate delle verdure, la classica pasta fredda con verdure grigliate è l’ideale per non sprecarle.

Mai provato con la frutta?

Sì, anche la frutta può dare una nota molto piacevole e particolare ad una pasta fredda vegetariana. Delle farfalle con dadini di melone e feta sbriciolata, condite con olio, origano e pepe nero saranno molto gradite al mare: il melone è pure amico dell’abbronzatura. Tutto sommato, inoltre, è un’accoppiata abbastanza nota e potrebbe, quindi, essere un buon modo per convincere gli scettici.
Chi invece vuole sperimentare può provare la pasta fredda con mirtilli e ribes oppure condire il proprio formato preferito con delle pesche grigliate e condite con olio, sale, pepe e rosmarino e del caprino o pecorino.

Legumi: non solo zuppe

Fagioli, ceci e lenticchie non si mangiano solo in inverno in fumanti zuppe. Soprattutto quelli precotti in vaso di vetro sono l’ideale per condire le insalate di pasta. Ceci, fagioli e piselli sono quelli che si prestano meglio a una bella pasta fredda vegetariana.
I ceci possono essere usati insieme a fagiolini, basilico, pomodorini, scaglie di parmigiano o grana e un filo di aceto balsamico. In alternativa stanno molto bene anche con dei dadini di melanzane saltate in padella con capperi e cipolla di Tropea. Condite poi questa pasta fredda con succo di limone per una nota freschissima.
Se preferite i fagioli provate l’abbinamento cannellini, pomodorini secchi, zucchine e timo: non vi deluderà.