Pasta cresciuta: liscia o farcita, è sempre irresistibile

Pasta cresciuta: liscia o farcita, è sempre irresistibile

Pasta cresciuta
Pasta cresciuta
Pasta cresciuta
Pasta cresciuta
Pasta cresciuta

Avete presente un bignè di pasta croccante? Perfetto per accompagnare un bel piatto di salumi o sfiziosi sottaceti? La pasta cresciuta è proprio questo, una deliziosa frittella salata fatta di acqua, sale, farina e lievito, che si abbina a tantissimi ingredienti, per un aperitivo casalingo irresistibile.

L’origine della pasta cresciuta

Queste frittelline di pasta di pane sono uno degli esemplari più antichi di street food napoletano: capita ancora oggi di trovare nei vicoli di Napoli donne sedute davanti a casa, friggere in pentoloni ricolmi di olio bollente, queste palline irregolari di pasta sistemate poi nel classico “cuoppo”, il contenitore di carta per il passeggio. Dalla crosta croccante e dal cuocere morbido, le frittelle di pasta cresciuta sono spesso farcite con alici sott’olio, fiori di zucca o pezzettini di prosciutto, per dare ancora più gusto a un piatto molto amato.

La ricetta della pasta cresciuta

Ingredienti: 300 g farina, 10 g lievito di birra fresco, 250 g acqua, un pizzico di sale, olio di arachide per friggere

Procedimento: in una ciotola capiente mettete la farina e, al centro, il lievito sciolto nell’acqua. Impastate e quando avrete ottenuto un composto omogeneo ma abbastanza liquido, unite il sale. In una padella capiente fate scaldare l’olio e poi, aiutandovi con due cucchiai, versate una piccola dose di impasto, facendola friggere e rigirandola delicatamente perché si dori su ogni lato. Una volta che si sarà formata la crosticina croccante, levate le frittelline aiutandovi con una schiumarola e sistematele su un piatto ricoperto da un foglio di carta assorbente perché perdano l’olio in eccesso. Salate se necessario e servite caldissime.

Varianti ancora più golose

Il sapore di queste frittelline di pasta di pane è molto neutro e per questo motivo si presta a essere farcito con moltissimi ingredienti. La difficoltà risiede nella consistenza dell’impasto, che risulta molto liquido. Potete sopperire a questo problema unendo gli ingredienti all’impasto e mescolandoli insieme. Formerete così delle palline composte di pasta di pane e verdure, formaggi o salumi, come preferite. Gli abbinamenti più riusciti sono con le alici sott’olio, dadini di prosciutto cotto, speck o provolone, pesciolini e verdure come i fiori di zucca, cubetti di zucchina o peperone. A voi la scelta!

Nel tutorial qualche consiglio in più

Translate »