Parmigiana? Sì, ma non solo con le melanzane!

Parmigiana? Sì, ma non solo con le melanzane!

Parmigiana: tutte le varianti
Il grande classico
La parmigiana light
La parmigiana di zucchine
Tutte le altre versioni

La classica è inimitabile, ma non è detto che non ce ne possano essere altrettante buonissime fatte in maniera diversa. Di cosa parliamo? Della parmigiana!

Uno dei piatti tipici della cucina italiana, molto probabilmente di origine siciliana (con conseguente arrivo sotto il Vesuvio) e contaminazioni parmigiane (da qui il nome) si presta a tante ricette con verdure diverse a fare da protagoniste.

La parmigiana di melanzane

Partiamo naturalmente da quella più classica, quella che incarna il vero spirito siculo-partenopeo della cucina italiana, un piatto della tradizione che non cambia mai, ricco di sapore, armonia tra gli ingredienti e profumi mediterranei. La ricetta prevede l’uso esclusivo della mozzarella e non del formaggio filante a far compagnia alle melanzane, una salsa di pomodoro ricca da fare a casa con soffritto di cipolla o scalogno e da impreziosire con polpa di pomodoro. Ultime, ma essenziali, le melanzane, che nella ricetta classica della parmigiana devono essere fritte, anche se esistono varianti light di questo celebre piatto con le verdure preparate alla griglia o al vapore. Il sapore non sarà intenso come quello classico ma il risultato è sempre garantito.

La parmigiana di zucchine

Non di sole melanzane vive la parmigiana! La ricetta si può fare cambiando la verdura protagonista del piatto.

La più celebre è forse quella di zucchine, con le verdure impanate e fritte o solo fritte (dipende dal vostro gusto), cotte al forno o in padella, e con la besciamella al posto del sugo per una versione “bianca”.

Melanzane e zucchine si possono anche utilizzare insieme, per un mix nel quale i gusti delle due verdure si fondono accompagnate, in questo caso, da pomodori tagliati a fette. Il consiglio è quello di tutte grigliare le verdure e condirle con la mozzarella (sempre eliminando l’acqua, è uno dei segreti per tutte le parmigiane) e il parmigiano prima di passarle in forno per circa 10 minuti per farle insaporire ulteriormente.

Le altre parmigiane

Chi ama, invece, sperimentare in cucina, può optare per delle versioni meno classiche della parmigiana. Una delle più gustose è fatta con la zucca. Semplice da fare e ricca di gusto, la parmigiana di zucca prevede la possibilità di friggere la verdura dopo averla fatta a fette o impanarla e cuocerla al forno, dipende dal gusto che si vuole dare al piatto. Quello che non deve cambiare rispetto alla versione classica della ricetta è l’uso della mozzarella, in questo caso infatti l’utilizzo della salsa di pomodoro non è consigliato. Per arricchire il gusto toccherà abbondare con il parmigiano.

La parmigiana di patate è forse la variante più ricca. Si prepara bianca con la besciamella e si impreziosisce con prosciutto cotto o speck, con la provola (magari affumicata) a dare ancora più sapore al piatto. Si cuoce in forno in meno di 50 minuti e il consiglio è quello di sbollentare le patate per circa 10 minuti prima di tagliarle e sistemarle nella teglia.

Ci sono anche alte versioni meno conosciute di parmigiana da preparare ad esempio con le carote (da associare sempre a un formaggio molto saporito) o con la scarola, in cui la verdura va insaporita nel sugo già durante la preparazione e prima della cottura al forno.

Una versione molto leggera della parmigiana è quella con i cardi, da lessare in acqua per un’ora prima di assemblarli nella teglia per cuocerli al forno accompagnati dalla besciamella. Contorni sfiziosi o piatti unici possono essere anche le parmigiane di carciofi, da arricchire con prosciutto cotto e uova sode, quella di asparagi, da lessare prima di condire e mettere al forno con la salsa e quella di finocchi, da preparare con la burrata al posto della mozzarella.

Translate »