Nestlé perde in tribunale: non potrà più chiamare “Incredible” il suo burger vegano

Nestlé perde in tribunale: non potrà più chiamare “Incredible” il suo burger vegano

Incredible burger nestlè nome

Nestlé perde in tribunale: non potrà più chiamare “Incredible” il suo burger vegano” è stato pubblicato su Vegolosi, magazine di cultura e cucina 100% vegetale

La multinazionale svizzera Nestlé ha dovuto cambiare nome al suo prodotto vegano lanciato nel 2018 sul mercato europeo. I suoi “Incredible burger” ora si chiameranno “Sensational burger”. Ad imporre il cambiamento è stata una sentenza di un tribunale olandese al quale la start up Impossible Foods (proprietaria del marchio Impossible Burger, anch’esso vegano) si è rivolta per garantire il proprio lancio in Europa senza “confusione”.

Che cosa è successo

Impossible Foods è una start up americana che ha inventato un burger denominato “Impossible Burger”: è una polpetta vegetale schiacciata che ha colore, gusto e texture molto simili a quelle della carne ma è completamente realizzata con prodotto tratti dalle piante. Questo prodotto è già sbarcato negli Stati Uniti da tempo, tanto che la catena Burger King ha creato nella sua catena il panino vegano “Impossible Whopper”.
Il prodotto deve sbarcare in Europa ma sta attendendo le autorizzazioni necessarie da parte delle autorità di sicurezza alimentare di Bruxelles, l’Efsa data la presenza nel composto che forma il burger di un elemento la legemoglobina di soia, un lievito geneticamente modificato che conferisce ai suoi hamburger il sapore di carne. Questa proteina che si trova nelle piante trasporta l’eme, una molecola contenente ferro. È questo ingrediente che conferisce il gusto “carnoso” (così lo definisce l’azienda) che caratterizza il prodotto e lo fa “sanguinare” in cottura. La legemoglobina potrebbe essere estratta dalle radici della soia direttamente, senza nessuna modifica genetica, ma l’azienda per diminuire il suo impatto sull’agricoltura e le emissioni, ha trovato il modo di modificare geneticamente il lievito associandolo a questa proteina, potendo crearne moltissima in poco spazio e con poca acqua.
Mentre Impossibile aspettava, Nestlè ha lanciato il suo burger vegetale “Incredible” invadendo il mercato europeo in pochissimo tempo. Secondo la CNN, fra l’altro, Nestlé prima di lanciare sul mercato il suo burger vegano aveva ventilato un’ipotesi di fusione e partnership con Impossibile, poi sfumata dopo l’uscita del prodotto concorrente.

L’intervento del tribunale olandese

Impossibile Foods ha quindi chiesto ad un tribunale di intervenire sulla denominazione del prodotto che era troppo simile al proprio e che avrebbe potuto confondere i consumatori. Il tribunale ha dato ragione all’azienda americana nella prima sentenza e Nestlé, nonostante la delusione espressa in una nota resa pubblica, ha dovuto correre ai ripari modificando il nome del proprio burger vegano in “Sensational”. Nestlé ha già spiegato che farà ricorso.

Rimane davvero interessante questa battaglia fra grandi realtà a fronte di un prodotto completamente vegetale e questa corsa delle grandi compagnie internazionali a conquistare una fetta di mercato che, è evidente, risulta sempre più importante e necessaria da tenere in considerazione.

Nestlé perde in tribunale: non potrà più chiamare “Incredible” il suo burger vegano” è stato pubblicato su Vegolosi, magazine di cultura e cucina 100% vegetale.
Su Vegolosi trovi ricette per tutti, notizie, video e guide di cucina: puoi seguirci anche su Facebook, Whatsapp, Pinterest, Instagram e Youtube.

Translate »