Milano: dove fare brunch all’aperto (e in sicurezza) | CucinoFacile.it

Milano: dove fare brunch all’aperto (e in sicurezza)

Un sereno brunch all’aperto per inaugurare le nuove libertà da zona gialla. Succede (anche) a Milano, dopo dove i lunghi mesi di “tutti a casa”, i locali stanno uno dopo l’altro riaprendo i battenti. Nella speranza di tante giornate di cielo azzurro e brezza primaverile, sì a un incontro con amici, parenti, fidanzati (rispettando sempre le regole) davanti a un tavolo imbandito di leccornie dolci e salate, in un concetto di pasto altamente informale e, per questo motivo, super rilassante. Buon cibo e buona compagnia, what else?

Ecco 6 posti a Milano dove fare brunch all’aperto, da quello eco-chic a quello smart con connessione iper veloce, quel che conta è ritagliarsi un paio d’ore di relax e ottimo cibo.

Ambiente stimolante nelle due location Santeria

Un po’ factory creativa, un po’ locale dal mood internazionale e cosmopolita, Santeria è un punto di ritrovo per chiunque desideri ricevere stimoli artistici, fare networking, ascoltare buona musica e, ovviamente, fare una pausa food & drink. Due indirizzi in due zone ben distinte di Milano: la prima in viale Toscana 31, nell’area in pieno sviluppo accanto all’ex scalo di Porta Romana;, la seconda – più raccolta e con un giardino segreto dove sostare a lungo – in Paladini 8, Città Studi. Brunch di sostanza, con molte proposte anche per il popolo del cruelty free. Se mangiate carne, invece, un grande must è il maxi burger.

Santeria, Paladini 8.

GūD Milano, tra i grattacieli di City Life

Un dehors davvero piacevole, che fa subito “spiaggia in città”. Il chiosco negli Orti Fioriti di City Life è da ormai diversi anni un must della bella stagione, in una location rilassante nel verde, circondati da grattacieli futuristici. Cosa mangiare? Si va dalle salutari e coloratissime bowl all’orientale riviste con ingredienti made in Italy alle focacce classiche e gourmet.

GūD Milano.

Street food messicano da Madre

In via Savona, zona Sud di Milano bazzicata da creativi e designer, un brunch very spicy composto da coloratissimi piatti della tradizione messicana. La founder del locale Madre, Costanza Zanolini, ha studiato maniacalmente la cucina made in Messico, facendo ben attenzione a non stravolgerne sapori e aromi. Dai ricchi burritos ai classici riso, fagioli e carne di pollo, con abbondante peperoncino.

Madre Milano.

Location eco-chic da Soulgreen

A un passo da Corso Como, un locale apprezzatissimo dai fan del cruelty free, anche se non mancano le proposte di pesce. Le maxi ciotole che guardano all’Asia sono una certezza, così come la qualità delle materie prime e le accurate mise en place. Ma per il brunch da Soulgreen è consigliatissima anche la strada degli “assaggini”, dolci e salati. Da bere, un estratto super healthy.

Soulgreen.

Brunch sul canale da Vista Darsena

Locale “all day long”, Vista Darsena propone un servizio di cucina smart a un passo dal molo. Consigliatissimo a chi intende godersi un brunch vista acqua, ma al contempo ha bisogno di mantenersi connesso e magari fare una call di lavoro. La navigazione, qui, è velocissima. I piatti gustosi, con scelta tra proposte mediterranee, maxi burger, bowl e focacce. Menzione speciale per i cocktail della casa, da provare.

Vista Darsena.

Sentirsi in un paesino da Bomaki Porta Venezia

Il locale nippo-brasiliano è a un passo dal Parco di Porta Venezia e dal trafficato Corso Buenos Aires. Eppure, la sensazione che si ha stando seduti ai suoi tavolini su strada è quella di essere in un piccolo, tranquillo paese. Sarà per la biblioteca di quartiere adiacente, sarà per le tante botteghe artigiane, ma il mood è quello (inaspettato a Milano). Lato menu, da Bomaki aspettatevi un brunch coloratissimo, altamente instagrammabile, con abbondante pesce crudo e mix esotico di frutta e verdura. Immancabili salse home made e bacchettine per servire.

Bomaki Porta Venezia.
Translate »