Malloreddus con sugo alla santoreggia e stracciatella

Malloreddus con sugo alla santoreggia e stracciatella

Per la ricetta dei malloreddus con sugo alla santoreggia e stracciatella, impastate la semola con 140 g
di acqua leggermente intiepidita, un pizzico di sale e uno di zafferano. Lavorate il composto finché non sarà omogeneo. Ponetelo sotto una ciotola e lasciatelo riposare per 30 minuti. Dividetelo quindi in filoncini di 4-5 mm di diametro e tagliateli a tocchetti lunghi circa 1 cm. Passateli sull’apposito attrezzo (una sorta di minuscolo tagliere in legno rigato) strascinandoli con il pollice in modo da arrotolarli su se stessi.
PER IL CONDIMENTO: Snocciolate le ciliegie e riducetele a pezzetti. Tagliate il pomodoro a tocchetti. Pulite il cipollotto. Affettatelo e rosolatelo in una padella con 3 cucchiai di olio, un’abbondante macinata di pepe e un ciuffetto di santoreggia tritato. Unite un mestolo di acqua e, quando sarà evaporata, unite il pomodoro, le ciliegie e una presa di sale.

Translate »