La ricetta delle zeppole con patate napoletane

La ricetta delle zeppole con patate napoletane

Le zeppole napoletane, chiamate anche graffe, sono un dolce fritto tipico della pasticceria campana: soffici ciambelle preparate con un impasto lievitato di patate, fritte e ricoperte di zucchero semolato. Simili a dei krapfen, ma col buco, le zeppole fritte napoletane si possono trovare nei bar e nelle pasticcerie della Campania per tutto l’anno, ma il Carnevale è uno dei momenti più amati per prepararle a casa con le proprie mani. Ecco la nostra ricetta per preparare delle zeppole con patate morbide.

La ricetta delle zeppole con patate

Ingredienti per 10 persone

1 kg Farina manitoba
450 g Patate
300 g Uova
150 g Zucchero semolato
100 ml Latte
80 g Burro
25 g Lievito di birra
5 g Sale
Zucchero semolato qb

Procedimento

Per prima cosa lessate le patate in acqua bollente finché non saranno cotte, fatele raffreddare ed eliminate la buccia. Schiacciatele con uno schiacciapatate.

Disponete sul piano di lavoro la farina a fontana e unite al centro le uova, il lievito, lo zucchero, il burro ammorbidito e le patate schiacciate. Lavorate l’impasto (a mano o con l’impastatrice) incorporando pian piano il latte e impastate bene tutti gli ingredienti fino a che l’impasto non diventa liscio.

Aggiungete il sale e impastate per altri 10 minuti. Lasciate lievitare l’impasto per circa 30 minuti a temperatura ambiente. È importante che la lievitazione avvenga a una temperatura costante, compresa fra i di 28-30°C, senza sbalzi o correnti.

Tagliate l’impasto a pezzi, create dei filoncini di impasto e create la tipica forma a ciambella. Lasciate lievitare nuovamente su un piano ricoperto di farina, per circa due ore, fino a che l’impasto raddoppia in volume.

Friggete per circa due minuti, in abbondante olio di semi bollente, rigirandole su entrambi i lati. È importante friggere poche zeppole alla volta: aspettate che il primo lato sia leggermente dorato e poi procedete con il secondo. Scolatele su carta assorbente e asciugatele dall’olio in eccesso, senza schiacciarle, e passatele subito in un vassoio con lo zucchero per ricoprirle. Servite ben calde!

Zeppole fritte con patate

Zeppole fritte di patate: tre consigli

Il primo consiglio riguarda l’impasto: quello della nostra ricetta è un impasto base, ma si può arricchire anche con degli aromi, come la vaniglia o un liquore, ad esempio del limoncello. E perché non profumarlo con scorze di limone o arancia grattugiate?

Una volta pronto l’impasto, potete procedere creando la forma delle zeppole direttamente a mano. Se però volete ottenere una forma più precisa, stendete l’impasto fino ad ottenere uno spessore di 1 cm, usate un coppapasta per ottenere dei cerchi di impasto e, con aiuto del pollice, bucare il centro per ottenere la tipica forma.

Infine, per dare una marcia in più, potete ricoprire le zeppole fritte con zucchero semolato mescolato a cannella. Per i più golosi sarà impossibile resistere a una farcitura con crema al cioccolato, alla nocciola o al limone. Trasferite la crema in una sac à poche a bocchetta liscia piccola e farcite le zeppole praticando dei fori.

Translate »