La ricetta della pasta con i peperoni cruschi

La ricetta della pasta con i peperoni cruschi

La ricetta della pasta ai peperoni cruschi
La ricetta della pasta ai peperoni cruschi
La ricetta della pasta ai peperoni cruschi
La ricetta degli spaghetti ai peperoni cruschi
La ricetta degli spaghetti ai peperoni cruschi

Né piccanti, né dolci: i peperoni di Senise hanno un sapore deciso e piacevole tutto loro dato dalla terra in cui crescono – la zona dell’omonimo comune del Pollino alle porte di Potenza – e dal modo in cui vengono lavorati. Si coltivano in inverno e si raccolgono in piena estate, si essiccano al sole in lunghe collane (anche fino a un metro a un mezzo) appese ai balconi e poi si usano in cucina: ridotti in polvere per insaporire salumi come la salsiccia lucanica o focacce, o fritti per diventare «cruschi» (e cioè croccanti) per accompagnare piatti tipici come il baccalà e soprattutto piatti di pasta sublimi.

Il più semplice sono gli spaghetti fatti con peperoni cruschi, peperoncino e pane raffermo: una ricetta antica e facilissima, che in poche mosse svolta pranzi e cene assicurando un figurone perché è bella da vedere ed è piena di sapore. La trovate nella gallery sopra, insieme a una variante che un solo ingrediente in più  – il cacioricotta – abbinato a pasta fresca tipica della Basilicata come i fusilli al ferretto, porta ovunque voi siate il piatto delle domeniche lucane. Sfogliate la gallery per la ricetta

LEGGI ANCHE

5 primi piatti siciliani da fare a casa

LEGGI ANCHE

Sei primi piatti calabresi da fare a casa

LEGGI ANCHE

5 primi piatti pugliesi da fare a casa

 

Translate »