La quarantena di Alia Guagni: allenamenti e cucina in libertà!

La quarantena di Alia Guagni: allenamenti e cucina in libertà!

Sento il sorriso di Alia attraverso il cellulare. Sarà l’accento toscano, sarà la semplicità nelle sue risposte, ma solo ascoltarla al telefono mi ha messo di buon umore.
Era la stessa sensazione che avevo avuto guardando il suo profilo Instagram, migliaia di fan e di commenti e di tifosi veri che non aspettano altro che rivederla in campo.

La ringrazio subito, per aver partecipato alla nostra challenge #LaRicettaCheUnisce: “Ti è sempre piaciuto cucinare o è il lockdown ad averti ispirato?” chiedo.

La quarantena, come per tante persone, è stata un’occasione anche per Alia per riscoprire la cucina, che però è da tanto una passione: “Mi è sempre piaciuto cucinare e pensa che avevo fatto anche una cooking live prima che su Instagram le facessero tutti! Ancora qualcuno mi chiede quando ne farò un’altra, ma aspetto che smettano tutti gli altri a questo punto!”
Per noi ha preparato una carbonara e la pizza, che mi racconta essere un appuntamento fisso a casa “La pizza la faccio una volta a settimana. Poi provo tante ricette diverse, mi piace la cucina italiana, amo la pasta, i dolci. Non amo molto le spezie anche se ho scoperto da poco la curcuma, ci ho fatto l’impasto della pizza!
Prima ero abituata a mangiare con la squadra e a pranzo avevamo i pasti studiati e bilanciati mentre la sera, dopo gli allenamenti, non avevo molta voglia di cucinare.
Ora ho tanto tempo libero e la cucina riempie con allegria le mie giornate.”

Appunto, la squadra, come funziona ora?
“Mi manca moltissimo allenarmi con le mie compagne. Ogni giorno facciamo gli allenamenti tutti insieme in video e questo è bello perché allenarsi da soli non è così divertente. Lo devi fare e una volta che lo hai fatto sei soddisfatto e aiuta a scaricare le energie, ma farlo tutte insieme è un’altra cosa.”

Immagino che la disciplina sia importante, come fai a “importi” l’allenamento giornaliero?
“Oltre all’allenamento in video call, mi alleno con l’aiuto di un’app, quella di Nike, che ha tantissimi workout diversi, con varie intensità e questo mi aiuta a non annoiarmi. Ma non potrei non allenarmi, intanto perché non vedo l’ora di poter tornare a giocare e devo essere in forma per quando ricominceremo, ma anche perché è il modo migliore per sfogare le energie e per dare un senso a queste giornate.”

Tanti nostri lettori ci chiedono come fare a rimanere in forma anche in questo periodo e Alia non ci da’ false speranze  “L’allenamento è più una questione mentale. A un certo punto ti devi dire di farlo e basta, non ci sono scuse. Soprattutto se poi vuoi abbondare con un piatto di pasta, l’unico segreto è fare un allenamento più intenso. Così poi sei tranquilla e puoi divertirti in cucina e mangiare quello che vuoi!”

Mi sembra quasi fattibile, scarico e l’app anche io e intanto le chiedo cosa le manca di più in questo periodo: “La squadra sicuramente, ma tantissimo mi manca la partita. Scendere in campo, correre. Quell’adrenalina che solo la partita di può dare”.

 

 

Translate »