La prima guida ai vini d’Italia diventa una app internazionale

La prima guida ai vini d’Italia diventa una app internazionale

«Questo periodo di crisi sta mutando profondamente le nostre abitudini, anche nella scelta, nell’acquisto e nel consumo del vino. Pur con mille limitazioni, se in vigna e in cantina il lavoro dei produttori prosegue, è in ambito commerciale che si registrano, oggi, enormi difficoltà. L’annullamento dei maggiori eventi fieristici, la complessità degli approvvigionamenti e la temporanea chiusura, in molti stati, di ristoranti e pubblici esercizi stanno mettendo a dura prova operatori d’ogni dimensione e tipologia» afferma Andrea Bonini, Direttore del Seminario Veronelli. «Difficile comprendere, ora, come evolverà lo scenario; desideriamo, tuttavia, dare il nostro contributo al settore favorendo l’incontro tra i migliori vini d’Italia e coloro che, nel mondo, desiderano conoscerli e apprezzarli».

L’iniziativa promossa dal Seminario Permanente Luigi Veronelli parte da una Bergamo duramente colpita dall’emergenza Covid-19, ma desiderosa di riprendere, anche attraverso segnali di ottimismo come questo. Il settore vitivinicolo che si trova ad affrontare una crisi imprevista, può contare sull’aiuto della prima guida ai vini d’Italia che presenta per la prima volta la versione digitale Guida Oro I Vini di Veronelli 2020 in lingua inglese. Veronelli’s Gold Guide to Italian Wines è uno strumento gratuito dedicato ad appassionati ed esperti di settore che potranno orientarsi tra le migliori proposte dei vini italiani attraverso la scala di valutazione in centesimi, le valutazioni formulate dai Curatori Gigi Brozzoni, Marco Magnoli e Alessandra Piubello e le informazioni relative alle aziende e ai vini.

I link per scaricare la app:  Apple Store – Google Play.
Translate »