Insalata light di quinoa al profumo d’estate

Insalata light di quinoa al profumo d’estate

Con l’arrivo della bella stagione mangiare un boccone leggero e gustoso in pausa pranzo è sempre un piacere, soprattutto all’aperto. Quinoa: ecco la nostra proposta per questa settimana.

Insalata di quinoa e pomodori secchi

Questo è un piatto unico ricco di nutrienti, sano e leggero perfetto da mettere in barattolo e da portare a lavoro.
Prepararlo è molto semplice e potete farlo la sera prima e conservarlo anche per qualche giorno. Il nostro consiglio, infatti, è di farne una bella quantità.
Per prima cosa cucinate la quinoa, non facendola bollire in acqua, ma tostandola prima in padella e sfumandola poi con acqua o brodo.
Conditela una volta fredda con pomodori secchi sott’olio tagliati sottilmente, avocado, tanta menta e basilico freschi, capperi dissalati, pinoli, cetrioli tagliati a cubetti piccoli e del formaggio primosale.
Se non amate i formaggi andrà bene anche del tonno al naturale.
I vegani, invece possono optare per i legumi. I fagioli cannellini, le fave fresche o gli edamame sono gli abbinamenti ideali.

La cottura perfetta della quinoa

Torniamo un attimo sulla cottura della quinoa perché questo è un passaggio importante e non tutti sanno bene come farlo.
A volte questo finto cereale, infatti, può risultare un po’ un pappone dopo la cottura perchè assorbe troppa acqua a diventa molle.
Noi, invece, vogliamo che i chicchi restino ben distinti e mantengano un po’ della loro croccantezza.
Come fare? Per prima cosa lavate molto bene la quinoa sotto acqua corrente per eliminare la saponina.
Poi lasciatela scolare a lungo e tostatela in padella con un soffritto classico se vi va o solo con olio.
Aggiungete dopo pochi minuti acqua bollente o brodo e lasciate che si assorbano.
Quando i chicchi si saranno gonfiati e saranno quasi trasparenti spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Durante la cottura aggiungete poca acqua alla volta se vedete che non basta, ma non esagerate perché alla fine la parte liquida dovrà essere completamente assorbita.

Come condire la schiscetta

Per evitare che assorba troppo olio e che la quinoa perda un po’ di consistenza, mettete olio, sale, pepe e succo di limone sul fondo del recipiente che può essere un barattolo di vetro o un contenitore con chiusura ermetica in plastica.
Al momento di consumare il pasto, shakeratelo per bene per amalgamare tutti i sapori e distribuire uniformemente il condimento.

Se non ami la quinoa

Nessun problema, puoi utilizzare il farro, il riso integrale, l’orzo, il cous cous e il bulgur.
Queste insalate di cereali sono sempre buone e possono essere arricchite in tanti modi diversi.
Sono una validissima soluzione per il pranzo perché in un unico piatto troviamo tutti i nutrienti: carboidrati, proteine e grassi.
Per dare colore e sapore giocate molto anche con le spezie e le erbe aromatiche così evitate anche di utilizzare troppo sale.
Qui vi abbiamo suggerito menta e basilico, ma è ottimo anche l’origano.

Translate »