Il menù dello stupore (bello ma non impossibile)

Il menù dello stupore (bello ma non impossibile)

Antipasto: tortino di sfoglia con puntarelle, alici e crumble di mandorle
Antipasto: tortino di sfoglia con puntarelle, alici e crumble di mandorle
Primo piatto: risotto con crema di porro, gorgonzola dolce e olive taggiasche
Primo piatto: risotto con crema di porro, gorgonzola dolce e olive taggiasche
Secondo piatto: un moderno baccalà alla romana
Secondo piatto: un moderno baccalà alla romana
Contorno: cruditè di sedano rapa, finocchio e arancia
Dolce: semifreddo al sesamo con salsa di orzo e lamponi freschi

Una volta, quando s’invitava a cena qualcuno, si preparava sempre il solito menù, quello che più ci riusciva bene, senza andare troppo oltre e senza voler sperimentare più di tanto, insomma si cucinava nella propria comfort zone, evitando così spiacevoli inconvenienti culinari e chiamate last minute in pizzeria. Oggi non è più così, siamo stimolati a cucinare, ovunque troviamo spunti di cucina e abbiamo voglia di cimentarci in piatti nuovi e belli, buoni e d’impatto, senza però dover strappare un assegno per la spesa o iniziare le preparazioni una settimana prima.

Certamente la cucina richiede tempo e pazienza, gli ingredienti vanno rispettati e trattati con cura se vogliamo ottenere un buon piatto, ma, se combiniamo un menù intelligente, riusciremo a non spendere troppo e a bilanciare i tempi di preparazione con quelli della cottura. Così è nato il menù che trovate sopra, ovvero il «Menù Dello Stupore», pochi passaggi, tanti colori e un gusto semplice ma raffinato.
Le dosi sono per 4 persone per na spesa totale di circa 50 euro.

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »