I valori nutrizionali dei fagiolini

I valori nutrizionali dei fagiolini

I valori nutrizionali dei fagiolini
I valori nutrizionali dei fagiolini
I valori nutrizionali dei fagiolini

Detto anche cornetto o tegolina, il fagiolino è gustoso, versatile in cucina e ricco di proprietà benefiche. Utilizzarlo è facile, perché diventa il protagonista di insalate e contorni, ma è buono anche con la pasta, i risotti o nella zuppa. Scopriamo le proprietà dei fagiolini.

I valori nutrizionali dei fagiolini

Secondo i valori presenti nelle tabelle dell’Inran, Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, 100 g di fagiolini cotti forniscono 31 kcal. In base ai valori nutrizionali in 100 g di fagiolini crudi sono presenti 2,1 g di proteine, 2,4 g di carboidrati, per un totale di 2,9 g di fibre. Come solitamente accade per i legumi, anche nel caso dei fagiolini l’alimento si consuma dopo la cottura. Se desideri gustare i fagiolini al naturale puoi cuocerli al vapore: abbinati a una porzione di cereali integrali oppure insieme alle verdure costituiscono un piatto ideale in una dieta ipocalorica. I fagiolini sono ottimi in insalata, da condire, tiepidi, con un filo di olio extravergine di oliva, aceto e cipolla fresca, ricca di proprietà depurative e disinfettanti. In alternativa, possono essere gustati stufati, al pomodoro.

fagiolini-crudiProprietà benefiche dei fagiolini

Facili da coltivare nell’orto, vengono seminati all’inizio della primavera, quando il pericolo delle ultime gelate è ormai trascorso. I fagiolini sono una preziosa fonte di vitamine, soprattutto del gruppo A e C, oltre all’importante contenuto di fibre e sali minerali, fra cui calcio, ferro, fosforo e potassio. In 100 g di fagiolini troviamo 89 g di acqua. Poveri di calorie, possono essere inseriti nei regimi ipocalorici e nella dieta dei diabetici. La pianta, il cui nome scientifico è Phaseolus vulgaris, appartiene alla famiglia delle Leguminose: viene consumata interamente, baccello compreso.

Alleati del benessere

I fagiolini hanno proprietà lassative; presentano un’azione antiossidante in grado di combattere i radicali liberi e possiedono un effetto antinfiammatorio. Grazie al contenuto di fibra contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo, proteggere le mucose del colon e migliorano la digestione difficile, alleviando i disturbi legati a reflusso gastrico, stipsi, emorroidi e ulcera. Svolgono un ruolo protettivo per cuore e arterie, prevenendo ictus e infarto. Il contenuto di silicio, vitamina K e calcio presente nei fagiolini aiuta la salute delle ossa.

Translate »