I guanti di plastica sono inutili contro il Covid-19. Ecco cosa dice l’Oms

I guanti di plastica sono inutili contro il Covid-19. Ecco cosa dice l’Oms

No, i guanti in plastica – utilizzati nel modo in cui siamo abituati a farlo – non proteggono efficacemente dal coronavirus e, in più, danno un pericoloso senso di falsa protezione. A ribadirlo, insieme a tanti esperti infettivologi e virologi, è l’Organizzazione Mondiale della Sanità. I guanti in plastica, scrive l’Oms, possono “aumentare il rischio di infezione, dal momento che possono portare all’auto-contaminazione o alla trasmissione ad altri quando si toccano le superfici contaminate e quindi il viso”.

Quante volte, fra le corsie del supermercato, capita di vedere acquirenti che indossano i guanti, prendono un pacco di pasta dallo scaffale, lo rimettono a posto, si toccano il viso ed estraggono il telefono per rispondere a una chiamata? Da quello che sappiamo, il coronavirus si trasmette principalmente attraverso le goccioline espulse nell’aria, ma non si può escludere che il contagio avvenga anche attraverso il contatto con superfici infette (da alcuni studi emerge che il virus può vivere sulle superfici fino a 72 ore): se una persona infetta avesse già toccato in precedenza quel pacco di pasta, l’acquirente avrebbe potuto trasferire il virus sui suoi guanti, poi sul suo viso e, ancora, sul suo telefono. “A cosa serviranno mai i guanti?”, si chiede Sally Bloomfield, professoressa alla London School of Hygiene and Tropical Medicine. “Mentre cammini per il supermercato, puoi toccarti naso, bocca e occhi con le mani guantate. L’unica ragione per cui i guanti potrebbero esserti utili è quella di ricordarti che non dovresti toccarti il viso”.

E allora perché il personale sanitario, negli ospedali, li utilizza? La verità è che medici e infermieri sono addestrati ad usare i guanti in modo corretto. Questo significa anche toglierli in modo sicuro: afferrare l’esterno del primo guanto dal polso e staccarlo dalla mano, tirandolo verso l’esterno, quindi togliere il secondo mettendo le dita all’interno del guanto, nella parte superiore del polso, e tirare senza toccare l’esterno, prima di smaltirli.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ricorda che il lavaggio regolare delle mani – o la disinfezione con gel igienizzanti – offre una protezione maggiore contro il Covid-19 rispetto all’utilizzo di guanti di gomma. Per non parlare della questione ecologica: spesso i guanti vengono spesso dispersi nell’ambiente piuttosto che smaltiti correttamente nei cassonetti. Il che non è solo un (enorme) problema per l’ambiente e la fauna selvatica, ma anche, se abbandonati da una persona infetta, per chi dovesse raccoglierli, come ad esempio un bambino.

 

Translate »