I costi nascosti del cibo sul pianeta Terra | CucinoFacile.it

I costi nascosti del cibo sul pianeta Terra

Ci sono i costi diretti, quelli che influenzano il prezzo in un prodotto, e ci sono i costi nascosti, ovvero quelli che non incidono sul prezzo di un bene, ma che impattano su altri aspetti. Nel caso del cibo, un costo indiretto è rappresentato dall’impatto ambientale della produzione alimentare. Ed è proprio tenendo conto del costo sul pianeta (inquinamento, cambiamenti climatici, ecc) che una ricerca tedesca, pubblicata su Nature, ha provato a ricalcolare il prezzo degli alimenti.

Il costo del cibo in base all’impatto sul pianeta

Il risultato? Per esempio, se il prezzo della carne dovesse compensare i danni all’ambiente prodotti dagli allevamenti – in termini di utilizzo di risorse come suolo e acqua, emissioni di metano, produzioni di foraggi con fertilizzanti e pesticidi – questo aumenterebbe del 146%. I prodotti lattiero-caseari aumenterebbero invece del 91%; i vegetali, in particolare quelli biologici, solo del 6%.

Per quanto riguarda la carne biologica, i ricercatori hanno affermato che si aspettavano performance migliori: l’allevamento biologico riduce l’uso di sostanze inquinanti, ma a livello di emissioni e di utilizzo di suolo per il pascolo non è comunque sostenibile. Anche se – aggiungiamo noi – nel caso del biologico ci sarebbero altri aspetti da considerare come il rispetto del benessere animale e i vantaggi per la salute.

Aumentare i prezzi per aumentare la sostenibilità della dieta

Secondo gli studiosi che hanno condotto la ricerca, aumentare il prezzo del cibo in base all’impatto ambientale spingerebbe i consumatori ad acquistare automaticamente quello che è più sostenibile per l’ambiente, riducendo il consumo di carne e privilegiando quello di frutta, verdura, legumi. L’aumento di prezzo dei beni alimentari, aggiungono, andrebbe però sostenuto da politiche di sussidi sociali per garantire a tutti l’accesso al cibo sostenibile.

Translate »