I 10 condimenti di pizza più pazzi del mondo

I 10 condimenti di pizza più pazzi del mondo

La pizza napoletana, orgoglio della cucina italiana, ha il primato di essere uno dei cibi più famosi e più amati del mondo. Come per ogni altra specialità culinaria di fama globale, però, anche la ricetta della pizza ha visto subire ogni sorta di modifica a seconda dei paesi, con adattamenti e variazioni che ai nostri occhi possono risultare stravaganti e talvolta discutibili. Scordatevi quindi i sapori e gli ingredienti classici italiani, perché quello che stiamo per fare è un giro virtuale intorno al mondo per scoprire dieci tra i condimenti più strani. Prima di iniziare è bene sapere che alcune di queste ricette sono a tutti gli effetti delle specialità gastronomiche consolidate del rispettivo paese, mentre altre sono il frutto della fantasia e delle più moderne tendenze culinarie. Se la canadese “hawaiian pizza”, da molti considerata “sacrilega” per la presenza dell’ananas tra i condimenti, vi ha già sconvolto o incuriosito, reggetevi forte, perché è in arrivo un’altra lunga carrellata di ingredienti inusuali e abbinamenti azzardati.

1) Canada (Quebec), “pizza ghetti”

Incredibile, ma vero: i canadesi, oltre ad avere inventato la celebre pizza tropicale a base margherita condita con ananas e prosciutto, hanno anche ideato un piatto che racchiude in sé entrambi i piatti iconici italiani, ovvero la pizza e la pasta. La cosiddetta “pizza ghetti” non è altro che una margherita ricoperta da spaghetti al pomodoro e poi passata al forno. Ne esiste anche una variante che prevede che gli spaghetti siano nascosti sotto un abbondante strato di formaggio filante.

2) Brasile, pizza con inusuali ingredienti vegetali

I brasiliani sono dei veri pizza-lover e sono famosi per aver adottato molte ricette tradizionali italiane tra cui la quattro formaggi e una rivisitazione della pizza capricciosa. Non potevano mancare, però, anche altre ricette più tipicamente sudamericane che includono verdure e condimenti tipici nazionali, tra cui cuori di palma, il mais, la purea di patate e i piselli.

3) Costa Rica, pizza cocco e gamberetti

Restiamo in Sudamerica per scoprire una ricetta agrodolce davvero originale. Si tratta di una ricetta tropicale molto popolare in Costa Rica, in cui i gamberetti incontrano il gusto esotico delle scaglie di cocco.

4) Svezia, pizza con il kiwi

Chiunque sia appassionato di food trend virali, avrà certamente sentito parlare della pizza con i kiwi inventata in Svezia, una ricetta che è diventata un vero e proprio caso mediatico, attirando la curiosità, ma anche lo sdegno, del popolo del web. Questa variante locale della pizza hawaiana è in realtà solo l’ultima di una lunga serie di gusti svedesi “non convenzionali”; molto popolari sono, infatti, anche la pizza con curry, pollo e noccioline o la stessa ricetta, ma in versione vegetariana, con le banane al posto del pollo.

5) Francia, pizza con crème fraîche, bacon e cipolle

Una specialità gastronomica francese, e in particolare della regione Alsazia, è la tarte flambée, anche conosciuta come “pizza francese”. L’impasto è soffice e molto simile a quello della pizza napoletana, ma la rivoluzione è nel condimento. Al posto della mozzarella italiana troviamo infatti la panna acida o il freschissimo fromage blanc (formaggio bianco), entrambe specialità della cucina francese, e a guarnire questa base cremosa ci sono le cipolle caramellate e strisce di pancetta fritta.

6) Finlandia, pizza con carne di renna affumicata

L’idea di mangiare carne di renna per molti potrebbe risultare sgradevole, figuriamoci poi immaginarla su una pizza. Ebbene, una pizza molto diffusa in Finlandia ha tra gli ingredienti proprio la carne di renna affumicata, accompagnata da finferli e cipolla croccante. Un piatto dai sapori decisamente forti, per veri coraggiosi.

7) Russia, pizza “ai quattro pesci”

Un’altra pizza bizzarra e altrettanto impegnativa da digerire è la mockba, la pizza tradizionale russa. Questa speciale pizza, che prende il nome dalla città in cui è stata creata, è infatti guarnita con ben quattro tipi di pesci (in genere salmone, sardine, tonno e sgombro) e un’aggiunta finale di erbe aromatiche e cipolle. Il piatto è servito rigorosamente freddo, magari accompagnato da un bicchiere di vodka.

8) Malesia, “boba pizza”

Una recente novità sul fronte delle pizze creative è una ricetta malesiana ispirata al bubble tea, l’amatissima bevanda nata a Taiwan e divenuta poi virale a livello globale. Ebbene, questa pizza dai sapori contrastanti è condita con latte condensato, formaggio spalmabile, cheddar e alcune gocce di olio all’aglio, il tutto ricoperto con palline di tapioca. Esiste anche una variante senza latte condensato, ma con aggiunta di cempedak, un frutto tropicale tipico del Sud Est Asiatico.

9) India, pizza al pollo tandoori

In India, accanto ai consueti gusti mediterranei di pizza, è possibile trovare un’ampia varietà di condimenti unici locali, dal sapore speziato e tipicamente orientale. La più famosa è la pizza al pollo tandoori, che oltre al noto pollo marinato con yogurt, mix di spezie e aglio, è guarnita con delicato formaggio indiano (paneer) o in alternativa mozzarella, salsa di pomodoro (o pomodori freschi), peperoni verdi affettati, cipolle rosse e jalapenos freschi affettati.

10) Giappone, pizza con la maionese

Non potevamo non concludere questo viaggio virtuale intorno al mondo in quello che per antonomasia è il paese dei contrasti, anche culinari, ovvero il Giappone. Qui l’Occidente e l’Oriente si incontrano in cucina, dando vita a quella che può essere considerata una delle pizze più eccentriche mai inventate. Si tratta di una pizza condita con la maionese (sì, avete letto bene), o meglio con la caratteristica maionese giapponese, che rispetto alla nostra risulta più densa e dal sapore più intenso. Ma questo ingrediente non è l’unica sorpresa che possono riservare i condimenti delle pizze giapponesi; è infatti molto comune anche l’impiego di mais dolce, nero di seppia, merluzzo, germogli di bambù, funghi locali (tra cui maitake e shimeji), basilico giapponese e, ultimo, ma non per importanza, il tradizionale “natto”, ovvero i fagioli di soia fermentati.

Insomma, come abbiamo visto, ce n’è davvero per tutti i gusti! Magari qualche pizza vi avrà fatto storcere il naso, ma ogni ricetta straniera, sebbene caratterizzata da ingredienti “poco autentici”, va apprezzata in quanto reinterpretazione creativa della classica pizza napoletana, un modo per far incontrare culture diverse e di rendere omaggio al nostro paese.

Foto: condimenti di pizza più strani del mondo_hawaiian pizza_flickr_Patrick.jpg

Translate »