Gli iconici cibi newyorkesi immortalati nel ghiaccio

Gli iconici cibi newyorkesi immortalati nel ghiaccio

Da anni, ormai, quello della gentrificazione è un tema scottante e molte sono le capitali e le metropoli del mondo soggette a questo fenomeno. Con la trasformazione di interi quartieri storici e popolari in ottica turistica e consumistica e alla loro perdita di identità, a farne le spese è anche il mondo della ristorazione e in particolare piccole attività commerciali, quelle a conduzione familiare. Nella città di New York, ad esempio, la gentrificazione commerciale sta irrimediabilmente trasformando Manhattan, quartiere noto per la sua vasta gamma di locali e per l’impressionante offerta multiculturale. Lo sa bene il fotografo Aaron Bernstein, che proprio per salvarne la memoria e la cultura gastronomica ha realizzato un progetto fotografico dal nome Manhattan Meltdown.

Un progetto di food photography per omaggiare Manhattan

L’idea per Manhattan Meltdown Aaron Bernstein, in arte Hungry Boy, l’ha avuta dopo la recente scomparsa di alcuni dei suoi locali preferiti, cibo, posti e ricordi che hanno modellato la sua esperienza di vita newyorkese e che lo hanno fatto interrogare su ciò che resterà nei prossimi anni della Manhattan più autentica. È lui stesso a raccontarlo, sul suo sito web, all’interno di un lungo saggio che ripercorre la storia e i cambiamenti della città e che mette in evidenza le bellezze culturali che meritano di essere divulgate e salvate. Le dieci foto di Manhattan Meltdown rappresentano infatti i dieci cibi più rappresentativi del quartiere newyorkese, ciascuno racchiuso, seppur non completamente, in un blocco di ghiaccio. Il progetto, attraverso queste immagini belle e stimolanti, vuole proprio stimolare la curiosità dell’osservatore e soprattutto farlo riflettere sul concetto di conservazione.

I 10 cibi iconici di New York City

Tra i cibi selezionati da Hungry Boy ci sono sia invenzioni culinarie made in New York sia cibi stranieri ma provenienti da locali tipici e caratteristici di Manhattan.
1. Pizza (Patsy’s Pizzeria). Si tratta di una pizza particolare dalla crosta sottile, orgogliosamente inventata dalla pizzeria Patsy’s Pizzeria a East Harlem storico locale attivo dal 1933.
2. Bagels (H&H). I bagel, di origine polacca, sono sbarcati a New York alla fine dell’Ottocento con l’arrivo degli immigrati ebrei dell’Europa orientale. Dello storico negozio newyorkese di bagel H&H, su 3 punti vendita ne è rimasto aperto solo uno, per via della gentrificazione.
3. I Pretzel, uno degli street food classici di New York City, snack morbido e salato la cui ricetta resta invariata da quasi due secoli
4. I Dim Sum (Nom Wah Tea Parlor). Questo finger food della Cina meridionale è diventato un famoso brunch newyorkese grazie allo storico ristorante Nom Wah Tea Parlor.
5. Patrami (Katz’s Delicatessen). Il pastrami, specialità della Romania inventata nel diciannovesimo come metodo di conservazione della carne e giunta a New York grazie agli immigrati ebrei, è ora un cibo tipico della città americana. Tradizione locale vuole che venga servito in forma di sandwich, tra due fette di pane di segale coperto di senape gialla e con sottaceti.
6. Hot Dog (Papaya King). Come non associare New York agli hot dog? Al famoso Papaya King, nell’Upper East Side, il panino viene servito insieme a un delizioso succo di frutta tropicale fresco.
7. Crema all’uovo (Eisenberg’s). La crema all’uovo è nata a New York nel tardo Diciannovesimo secolo, diventando rapidamente un alimento base per i cittadini. Stranamente, questa bevanda non contiene uova o panna, la ricetta prevede sciroppo di cioccolato, seltz e latte. Oggi è possibile trovare questo classico in luoghi come la paninoteca Eisenberg, aperta dal 1929.
8. Caffè (vari). Il caffè greco take away, servito in tipici bicchieri bianchi e blu dal design inconfondibile e inventato nel 1963 (e poi modificato in anni recenti), è un simbolo della vita quotidiana di Manhattan, servito da numerosi venditori ambulanti.
9. Cheesecake (Eileen’s). Questa gustosa torta al formaggio è stata inventata a New York nel 1872 e la ricetta originale, servita in questa pasticceria di SoHo dal 1975, prevede uova, vaniglia, zucchero e panna acida, il tutto su una crosta di cracker graham.
10. Black & White Cookies (dessert del William Greenberg). Questi biscotti, alla vaniglia e al cioccolato e ricoperti di glassa, sono stati inventati nella pasticceria Glaser a Yorkville, aperta nel 1902 e recentemente chiusa. Attualmente sono ancora disponibili in diversi negozi newyorkesi.

Foto: caffè greco_cibi iconici new york manhattan_© hungry boy.jpg
Foto:Manhattan-Meltdown _cibi iconici new york manhattan_© hungry boy_6SQFT.png