Giornata Internazionale della Gastronomia Sostenibile: 2 ricette antispreco di chef Gastaldi | CucinoFacile.it

Giornata Internazionale della Gastronomia Sostenibile: 2 ricette antispreco di chef Gastaldi

Chi ha preparato le linguine all’astice al presidente degli Stati Uniti Joe Biden? E ancora al nostro Sergio Mattarella, o a first ladies come yes, we can Michelle Obama e mettiamo pure Leonardo di Caprio e Morgan Freeman? Lo chef si chiama Ugo Gastaldi e nel suo Cafè Milano con sede a Washington D.C. ha davvero nutrito tutti. Per nostra fortuna, in occasione della Giornata Mondiale della Gastronomia Sostenibile che cade il 18 giugno (voluta dalle Nazioni Unite) ha nutrito anche noi servendoci piatti all’insegna del riciclo e dell’antispreco.

Nella storica location del noto Hotel Gallia a Milano, abbiamo assaggiato Tagliatelle al ragù finto (carote, cipolla, sedano e peperone) realizzato con le verdure avanzate del frigo, Chips di lische di alici, Panzanella con pane raffermo, pomodori e pesca… e come accompagnamento champagne – e che champagne!  Affrontando con ardire il tabù che il lusso non possa troppo avvicinarci alla filosofia del proteggere gli avanzi, l’iconica maison Laurent-Perrier ha sfidato tutte le leggi costruendo insieme a chef Gastaldi un ricettario scaricabile dall’edizione italiana del sito della maison.

Per questa Giornata Internazionale della Gastronomia Sostenibile, il sapore di casa evoca antichi ricordi e lo champagne ne sublima la sensazione a dimostrare che il lusso e l’ambiente parlano la stessa lingua. Pensare a tutti, mangiare ingredienti di prossimità, poca carne, e tanta generosità verso il pianeta sono gli aspetti cruciali.

ps. Morgan Freeman adora le olive marinate con l’aglio

Ecco due ricette tratte da “Lusso e ambiente: un binomio possibile?”

Tagliatelle al ragù finto

Ottimo esempio di cucina vegetariana, che permette di dare senso a molti avanzi di verdura presenti in frigorifero, e che può essere anche trasformato in piatto vegano utilizzando della pasta secca tradizionale

Ingredienti per 4 persone:

250 gr. di tagliatelle all’uovo secche
Avanzi di carota, cipolla, peperone e sedano (in quantità per avere una carota, una cipolla e un peperone intero e 2 gambi di sedano)
Un mazzetto di aromi (timo, maggiorana, rosmarino, alloro) legato con uno spago 500 gr di pomodori pelati
100 gr di vino rosso
50 gr di olio Evo

Procedimento di realizzazione:

Prendete una pentola di medie dimensioni e mettetela a riscaldare con l’olio. Pren- dete tutte le verdure , mondatele e lavatele bene, quindi tritatele utilizzando un ro- bot da cucina. Trasferite il trito nella pentola con l‘olio lasciando soffriggere bene, aggiungete il mazzetto di aromi, il vino rosso ed i pomodori pelati che avrete pre- cedentemente rotto con una forchetta. Aggiustate di sale e pepe e fate cuocere a fuoco bassissimo fino ad ottenere un sugo della consistenza di un ragù di carne (a seconda del tipo e qualità delle verdure, potrebbero occorrere fino a 2 ore). Portate a ebollizione in una pentola di medie dimensioni l’acqua necessaria per far cuocere le tagliatelle, quando saranno cotte scolatele e conditeli con il ragù finto e impiattate.

Panzanella d’Estate

Eccellente preparazione della cucina popolare che permette di riutilizzare il pane raffermo dimenticato in dispensa, associandovi le proprietà dei pomodori crudi (vitamina C) e della pesca, rinfrescante, dissetante e ricca di prezioso magnesio

Ingredienti per 4 persone:

200 gr di pomodori cuore di bue
100 gr di pomodori datterini
Un cetriolo di medie dimensioni
Una pesca intera matura di grande dimensione (o due piccole) Una piccola cipolla rossa di Tropea
30 gr di olive di piccola taglia (tipo taggiasche) denocciolate
100 gr di pane raffermo (preferibilmente di tipo toscano senza sale) 20 gr di foglie di basilico
Un pizzico abbondante di origano secco Il succo di un limone
40 gr di olio Evo
Sale e pepe Q.B.

Procedimento di realizzazione:

Lavate con cura i pomodori cuore di bue, eliminate la parte peduncolare e tagliateli a cubi di circa due cm di diametro, per i datterini sarà sufficiente tagliarli a metà. Pelate il cetriolo e cubettatelo. Pelate la piccola cipolla e tritatela in modo che risulti mediamente fine. Trasferite il tutto in una capace boule. Prendete il pane raffermo, tagliatelo a cubetti e se non risultasse bello secco, passatelo per 10 minuti in forno a 150 gradi per ottenete dei crostini ben croccanti. Pelate l’avocado e tagliatelo a cubi, aggiungetelo ai pomodori, quindi proseguite con le olive, i crostini di pane, le foglie di basilico spezzate manualmente, l’origano, il succo del limone, l’olio Evo, aggiusta- te di sale e pepe e rimestate bene. Lasciate riposare per dieci minuti circa in modo tale che i crostini di pane assorbano un poco del liquido creatosi nella boule, servite.

Il ricettario  “Lusso e ambiente: un binomio possibile?” è scaricabile dal sito Laurent-Perrier.

Translate »