Ecco il MarìSushi (e come farlo a casa)

Ecco il MarìSushi (e come farlo a casa)

A Roma arriva il MarìSushi
A Roma arriva il MarìSushi
A Roma arriva il MarìSushi
A Roma arriva il MarìSushi
A Roma arriva il MarìSushi
A Roma arriva il MarìSushi

Il dietrofront alla tradizione e ai simboli che rendono grandi le tante cucine regionali della Penisola è ormai un fatto appurato: che sia al cospetto di uno chef famoso o ai fornelli di un’osteria tipica, la vocazione di guardare al passato – aprendosi al contempo alle ultime tendenze –  permea una fetta considerevole della ristorazione odierna. Ed è proprio con tali presupposti che a Roma è (ri)scoppiata la «maritozzimania».

Il maritozzo, piccolo lievitato soffice e panciuto, da sempre emblema di romanità, è infatti tornato protagonista della scena gastronomica della Capitale, in versione classica (e quindi ripieno di panna montata) e in vesti inedite, particolari e sfiziose.

L’ultimo punto di riferimento in tema di maritozzi si chiama Marì, aperto di recente nel caratteristico Rione Monti, in via Urbana 31: qui, in questo locale take-away, delivery e bottega di quartiere dedicata agli appassionati del buon cibo, si celebra e si onora il maritozzo che diventa il punto di partenza di sperimentazioni e contaminazioni con le varie culture culinarie italiane e internazionali.

L’OFFERTA DI MARÌ
Ben tre diverse tipologie di impasto
(dolce, non dolce e vegan) e due formati (classico e mini) si declinano in più di venti combinazioni, tenendo conto anche dei fuori menu, ovvero i maritozzi del giorno e gli speciali che cambiano a seconda delle stagioni.

Tra i maritozzi salati c’è «Remo» con le polpette al sugo, «Romolo» con la coda alla vaccinara, «Sud» con stracciatella di bufala, broccoletti e aliciotti, «Fortunato» con culatello, carciofi alla cafona e maionese fatta in casa e «Romagnolo» con mortadella, squacquerone e giardiniera.

Tra i maritozzi dolci invece, oltre al grande «Classico» con panna espressa montata in casa e a quello con il gelato della storica Gelateria Fassi, c’è «Pistacchio» con crema di pistacchi vegana e ricotta di mandorle, «Ottavia» con ricotta e visciole in omaggio ai sapori che contraddistinguono l’antico quartiere ebraico romano con il suo famoso Portico d’Ottavia e «Nanni», citazione cinematografica dedicata al film «Bianca» di Nanni Moretti con crema di nocciole dei Monti Cimini fondente o al latte.

IL MARÌSUSHI (E LA RICETTA PER FARLO A CASA)
E poi c’è lui, anzi, ci sono loro: i MarìSushi, le combinazioni che riuniscono gli abbinamenti più esotici. A rotazione e secondo disponibilità, si possono trovare sette ripieni uno più goloso dell’altro da quello con uova di trota, Philadelphia e alga spirulina a quello con salmone, mango e maionese, da quello con hummus, avocado e lime a quello con tarama e rape rosse (per scoprirli tutti date uno sguardo alla gallery in alto).

Di seguito invece, la ricetta del MarìSushi con crema di avocado, salmone e lime, perfetto per un aperitivo o una cena easy ma d’effetto.

Ingredienti per 4 persone (per l’impasto):

250 gr farina 00
80 ml acqua tiepida
6 gr lievito di birra
30 ml olio di semi di girasole
1 uovo
4 gr sale
30 gr di zucchero

Come si fa:

Sciogliere il lievito con l’acqua tiepida. In una ciotola capiente aggiungere il lievito agli altri ingredienti e lavorare fino ad ottenere un composto sodo ed elastico. Lasciare lievitare per due ore circa, fino a quando l’impasto raggiunge il doppio del suo volume. Dividere l’impasto in otto panini allungati. Sistemarli su una teglia foderata con un foglio di carta da forno e farli lievitare per un’ora circa. Infine, infornare a 180° per 20/30 minuti a seconda del forno.

Ingredienti per 4 persone (per il ripieno di 4 mini maritozzi):

45 gr salmone affumicato
1/2 avocado maturo (90 gr circa)
1 lime biologico non trattato
sale qb

Come si fa:

Tagliare a metà e privare del nocciolo l’avocado. Estrarre con un cucchiaio la polpa di metà avocado e schiacciarla con una forchetta all’interno di una ciotola. Aggiungere il succo di lime e un pizzico di sale. Continuare a lavorare fino ad ottenere un composto cremoso. Farcire i maritozzi con la crema di avocado. Aggiungere il salmone tagliato a cubetti e completare con una spolverata di scorza di lime. 

LEGGI ANCHE

Maritozzo Day: dove mangiare i migliori

LEGGI ANCHE

Levain, la migliore pasticceria di Roma (e la ricetta del dolce al té matcha)

LEGGI ANCHE

Ha aperto Ami, l’hawaiian bar di Roma (e abbiamo sbirciato la ricetta per fare il pokè perfetto)

 

 

 

Translate »