Dutch baby, il pancake gonfiato che si cuoce in forno

Dutch baby, il pancake gonfiato che si cuoce in forno

Dutch baby pancake
Dutch baby pancake
Dutch baby pancake
Dutch baby pancake
Dutch baby pancake
Dutch baby pancake

Dutch baby pancake, German pancake, Dutch puff: tanti nomi per una sola golosità! Se amate i pancake, questa è una variazione che vi piacerà di sicuro. Più grande e più soffice di quelli tradizionali, il dutch baby pancake si prepara mescolando tutti gli ingredienti insieme e poi effettuando una cottura in forno. Negli Stati Uniti, per descrivere il Dutch baby pancake si usa il termine “popover” che indica il fatto che l’impasto si gonfia durante la cottura.

Dolce o salato

Per preparare un Dutch baby pancake, vi occorrono farina, zucchero, uova e latte per la base (il lievito non serve); la farcitura è a piacere e secondo la vostra fantasia: zucchero a velo e succo di limone, sciroppo d’acero, frutti di bosco e panna, mele e cannella, ma anche uova, verdure e bacon per una versione salata. Il Dutch baby pancake è ideale per la colazione, il brunch, la merenda e si può sempre servire anche come un dessert.

Padella e forno

Il Dutch baby pancake si cuoce in forno, ma all’interno di una padella in ghisa o ferro. Solitamente viene poi servito all’interno della stessa padella in cui viene cotto, ancora ben caldo. Essendo grande è ideale da condividere!

La ricetta del Dutch baby pancake

Ingredienti

3 uova, 60 g di farina, 120 ml di latte, 15 g di zucchero, 60 g di burro, un pizzico di noce moscata.

Procedimento

Scaldate il forno a 220 gradi. Mescolate insieme le uova, la farina, il latte, lo zucchero, la noce moscata e il burro fuso. Versate il composto nella padella e infornate. Fate cuocere per 20 minuti fino a quando il pancake sarà gonfio e dorato. Abbassate il forno a 150 gradi e cuocete ancora per 5 minuti.

Translate »