Dieci idee per un «pizza-aperitivo» d'autore | CucinoFacile.it

Dieci idee per un «pizza-aperitivo» d’autore

La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco
La pizza (per l’aperitivo) di Renato Bosco

Il pretesto in più per mangiare la pizza? Provarla anche per un aperitivo fatto in casa. Un happy hour diverso per la bella stagione, semplice e pratico da preparare: un solo impasto e tante farciture per condire. Nella gallery sopra trovate dieci idee suggerite da Renato Boscoil «pizza-ricercatore» che dal suo Saporè di San Martino Buon Albergo (Verona) ha sdoganato una versione contemporanea della pizza che sta facendo scuola, proposta con tanti impasti diversi, friabili e digeribili e condimenti semplici con sapori genuini e di stagione.

LA PIZZA CONTEMPORANEA
«Acqua, farina, lievito e sale non passeranno mai di moda», dice Renato Bosco. «Sono un mondo che parte dal pane, prosegue con la pizza classica rotonda, e arriva alla pizza contemporanea, che per me è una pizza fatta di grande ricerca che va fuori dagli schemi prendendo nuove forme, fatta con nuovi impasti, cotture anche in forno elettrico. Tutto questo contribuisce anche a cambiare il modo di fruire la pizza: è trasversale, non c’è un orario dedicato, si mangia in tutte le ore e per l’aperitivo è perfetta».

COME SI FA
Il consiglio per preparare una pizza ad effetto per l’aperitivo anche a casa? «Partire da un buon impasto sfruttando le farine giuste e rispettando i tempi di lievitazione è la base. Per i condimenti invece consiglio sempre la semplicità: lo sforzo sta nel combinare i sapori di ingredienti freschi e genuini, e per questo in Italia abbiamo l’imbarazzo della scelta. Il consiglio in più? Proponetela in tanti tagli diversi, per dare un tocco di varietà in più», conclude Renato Bosco, che in autunno svelerà i suoi segreti  anche durante alcune puntate di Alessandro Borghese Kitchen Sound su Sky Uno. Per vedere le idee per farcire la pizza sfogliate la gallery sopra

Qui la ricetta dell’impasto della PizzaDoppioCrunch da usare come base:

Ingredienti per l’impasto: 500 g farina macinata a pietra di tipo 1. 375 g acqua, 12 g sale, 2 g lievito.
Preparazione dell’impasto: Impastate in prima velocità con l’impastatrice (o con le mani, avendo cura di non creare grumi, ndr) la farina con 300 g di acqua, poi aggiungete il lievito sbriciolato. Appena l’impasto prende corpo, impastate in seconda velocità (o continuando con le mani, ndr), unendo il sale e l’acqua rimanente fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciate riposare a temperatura ambiente per un’ora. Per le successive 12-15 ore mettete l’impasto in frigorifero.
Suddividete l’impasto in più parti e fatele lievitare in contenitori di plastica per 4-6 ore a temperatura ambiente e comunque fino al raddoppio. Dopodiché capovolgete l’impasto in una teglia da forno di cm 30×40, unta precedentemente e lo stendete in maniera delicata di modo da coprire l’intera teglia. Aggiungete dell’olio sopra la base e lasciate lievitare nuovamente per un’ora circa.
Cottura e farcitura: durante l’ultima ora di lievitazione della pizza preparate gli ingredienti e preriscaldate il forno a temperatura di 240-260°C in modalità statica. Infornate la pizza per circa 10 minuti. Una volta sfornata lasciar raffreddare, per la PizzaDoppioCrunch (ripiena, ndr) tagliate in due la base per imbottirla,  procedete con farcitura e cottura per altri 5 minuti circa e secondo il grado di croccantezza desiderato. La PizzaCrunch va solo farcita normalmente e infornata a piacere.

LEGGI ANCHE

10 nuove pizze italiane da provare

LEGGI ANCHE

Le 72 migliori pizzerie d’Italia 2019 del Gambero Rosso

LEGGI ANCHE

Non avrai altra pizza al di fuori di queste 13

LEGGI ANCHE

Pepe in Grani: la pizzeria migliore d’Italia dove la Margherita costa 5 €

LEGGI ANCHE

La «pizza funzionale» di Franco Pepe, ovvero la pizza che fa bene

LEGGI ANCHE

Così Oprah Winfrey inventò la pizza (light)

LEGGI ANCHE

Tutte le strane cose che su Instagram chiamano pizza

LEGGI ANCHE

Cosa si beve con la pizza? Rosso, champagne, o Negroni?