Cucinare per rilassarsi

Cucinare per rilassarsi

Cucinare per rilassarsi
Cucinare per rilassarsi
Cucinare per rilassarsi
Cucinare per rilassarsi
Cucinare per rilassarsi

Vi sarà capitato almeno una volta nella vita di sentirvi dire “quando cucino mi rilasso”. Non si tratta di un modo di dire, ma di un’azione che per molti aumenta realmente lo stato di benessere e aiuta a ritrovare tranquillità. Come spiegato da uno studio pubblicato sul Journal of Positive Psychology, svolgere una attività creativa rende più felici e più sereni anche nei giorni successivi all’azione. E cucinare è senza dubbio un atto creativo! Naturalmente questo è vero se il tempo dedicato alla cucina è congruo a quello che volete fare, se si tratta di un momento libero da altre incombenze o impegni. Soltanto così sarà valido il motto rilassarsi cucinando!

I gesti, i profumi, l’attesa

Cucinare può far parte di un processo consapevole chiamato grounding, di “messa a terra”, un’operazione con la quale si prende consapevolezza del momento presente. La sequenza dei gesti, l’uso delle mani che lavorano in armonia con la vostra mente, vi aiutano a concentrarvi sul qui e ora, regalandovi uno stato di rilassatezza. L’essenza che ogni cibo emana, gli aromi delle spezie, delle erbe aromatiche che utilizzate in ogni ricetta, o semplicemente i profumi che si sviluppano con la cottura, portano buonumore e benessere. Da qui si può ben comprendere come sia vero il detto “rilassarsi cucinando”. L’attesa poi del momento in cui la vostra preparazione sia pronta insegna l’arte della pazienza e dell’attesa e regala un senso di soddisfazione per la consapevolezza di aver fatto da sè qualcosa dall’inizio alla fine.

Cucinare insegna ad avere fiducia in se stessi

Forse non ci avete mai pensato, ma iniziare la preparazione di un dolce, per esempio, o di un impasto per una torta salata, partendo dalla misurazione e dal bilanciamento di ogni singolo ingrediente, dalla pulitura dei vegetali da utilizzare sino alla scelta dei ripieni o della farcitura, per arrivare al risultato finale, pronto per essere gustato, dona una sferzata di fiducia in se stessi, una confiance nelle vostre capacità, che vi verrà utile anche in situazioni più impegnative. Oltre a regalarvi il piacere vero di assaporare il frutto del vostro lavoro, da soli o in compagnia (con amici meglio ancora, ma qui gli argomenti a disposizione sarebbero tanti e tali da dover aprire un altro capitolo!).

Nel tutorial ricapitoliamo i gesti fondamentali per rilassarsi cucinando

Translate »