Crostata all’arancia, vitamina C in forma di dolce

Crostata all’arancia, vitamina C in forma di dolce

L’arancia è il frutto principe dell’inverno: matura a novembre ed è disponibile sino a primavera, e con il suo carico di vitamine e di antiossidanti, è un toccasana per il corpo, provato in questo periodo dell’anno dalle temperature più fredde. In tutte le forme, offre un aiuto concreto per rinforzare il sistema immunitario e allontanare così il rischio di ammalarsi con febbre e raffreddore. Se sono ottime mangiate come frutto a fine pasto o in insalata, o ancora spremute a colazione, perché non utilizzare le arance anche per preparare una crostata da consumare in ogni momento della giornata?

Tutte le proprietà delle arance

Che siano rosse o bionde, le arance sono davvero uno dei frutti più ricchi di antiossidanti, che aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare, ma anche a rinforzare il sistema immunitario e a renderci meno vulnerabili rispetto a tante malattie. Due arance al giorno forniscono il giusto quantitativo di vitamina C necessario, mentre se le consumiamo crude, in insalata insieme ad altre verdure, hanno anche proprietà drenanti. La pellicina bianca subito sotto la buccia poi, anche se ha un lieve retrogusto amarognolo, aiuta l’intestino nell’assorbimento degli zuccheri e dei grassi, mentre l’acido citrico di cui sono ricche stabilizza il ph e migliora le capacità digestive, dando una mano anche al metabolismo.
Diciamo che abbiamo una scusa in più per metterla nei nostri dolci, giusto?

Crostata all’arancia: la nostra ricetta

Ingredienti

Per la pasta

300 g farina 00

160 g burro

1 uovo e 1 tuorlo

1 pizzico di sale

la scorza di un limone non trattato

120 g zucchero di canna

Per la farcitura

130 g zucchero di canna

80 g burro

50 g nocciole tostate e tritate

3 arance non trattate

4 uova

Procedimento

Per prima cosa preparate la pasta frolla: su una spianatoia disponete la farina a fontana, aggiungete lo zucchero, la scorza del limone, il sale e il burro morbido e a pezzetti. Iniziate a impastare velocemente, utilizzando soltanto i polpastrelli. Aggiungete il tuorlo e l’uovo intero e finite di lavorare. Quando avrete ottento un composto omogeneo, avvolgetelo in un foglio di pellicola e lasciatelo riposare in frigo per un’ora. Nel frattempo preparate il ripieno. In una ciotola rompete le uova, grattugiatevi sopra la scorza di due arance, unite lo zucchero semolato e mescolate per non formare grumi. In un pentolino fate fondere a bagnomaria il burro e quando sarà tiepido, aggiungetelo alle uova e allo zucchero. Unite anche il succo filtrato delle 2 arance. Togliete la pasta dal frigo e con l’aiuto di un matterello stendetela su una spianatoia. Ungete una tortiera del diametro di 28 cm, spolveratela con della farina e poi stendeteci dentro la pasta frolla. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, stendeteci sopra le nocciole tritate e poi aggiungete il composto di arance e uova. Livellate con una spatola, abbassate i bordi della torta formando un cordolo, pulite e sbucciate la terza arancia e tagliatela a fette sottili e con queste decorate la superficie della torta. Infornate a 180° per 25-30 minuti e, quando la torta sarà cotta, lasciatela raffreddare prima di tagliarla.

Translate »