Coronavirus: la spesa sospesa del contadino per aiutare chi ha bisogno

Coronavirus: la spesa sospesa del contadino per aiutare chi ha bisogno

Dal caffè sospeso al pasto sospeso, fino alla spesa del contadino sospesa. Quest’ultima è la proposta degli agricoltori del circuito Campagna Amica di Coldiretti per combattere l’emergenza alimentare conseguente al Coronavirus. L’iniziativa è attiva da oggi, 31 marzo.

Spesa sospesa: un pacco alimentare da donare ai bisognosi

Come funziona? Come spiegato dall’associazione, i cittadini che ricevono la spesa a casa attraverso i mercati e le fattorie di Campagna Amica diffusi in tutta Italia possono donare un pacco alimentare alle famiglie che in questo periodo ne hanno più bisogno. Le misure restrittive per contenere il contagio hanno causato, infatti, la sospensione o la perdita di lavoro di molte persone aumentando il numero di chi è costretto a chiedere aiuto per il cibo.

In cosa consiste e a chi viene donata la spesa del contadino

La spesa del contadino comprende frutta, verdura, farina, formaggi, salumi o altri generi alimentari made in Italy, di qualità e a km zero che gli agricoltori di Campagna Amica andranno a consegnare gratuitamente alle famiglie bisognose in accordo con i Comuni. Qualche destinazione: a Milano i pacchi salva dispense saranno consegnati ad alcune famiglie del quartiere di case popolari vicino al mercato contadino di Porta Romana; mentre a Roma verranno donati frutta, verdura, riso e pasta alla Casa di accoglienza delle Piccole Sorelle in piazza San Pietro in Vinci; in Puglia i prodotti degli agricoltori del Mercato contadino di Campagna Amica di via Appia 226 a Brindisi saranno donati alla mensa diocesana degli indigenti della parrocchia della cattedrale.

Translate »