Comincia la Settimana della Birra Artigianale

Comincia la Settimana della Birra Artigianale

Ogni anno c’è un “ballo delle debuttanti” che non prevede abiti favolosi e cadetti inamidati. È quello che precede la Settimana della Birra Artigianale, che quest’anno giunge alla decima edizione e si svolge in tutta Italia dal 2 all’8 marzo. Naturalmente, le “debuttanti” sono le birre inedite nel panorama birrario artigianale italiano, protagoniste di un anticipo della festa, che si svolgerà nello store di Eataly Roma da venerdì 28 febbraio a domenica 1 marzo. In particolare, il “ballo delle debuttanti” di cui si diceva sarà l’occasione per presentare 18 birre inedite di altrettanti produttori e degustarle insieme ai birrai e agli organizzatori della manifestazione, Salvatore Cosenza e Andrea Turco.

Riscaldata l’atmosfera, la festa si sposta in tutta Italia, con un fitto calendario con centinaia di appuntamenti: degustazioni guidate, visite a birrifici, presentazioni di nuove birre, serate musicali, promozioni e soprattutto serate di abbinamenti gastronomici. In tempi di misure restrittive a causa della diffusione del coronavirus va specificato che ogni singola iniziativa è organizzata autonomamente da pub, birrifici, beershop, ristoranti, bistrot, enoteche, associazioni o siti di e-commerce e che pertanto ci potrebbero essere delle variazioni nel calendario, specialmente nelle zone più colpite dall’emergenza. Per trovare l’evento più vicino e verificare eventuali cambi di programma, basta far riferimento al sito che si chiama appunto Settimana della Birra, dove c’è una sezione dedicata con i vari appuntamenti suddivisi per data e per regione.

Sempre più amate, le birre artigianali si sono diffuse nelle abitudini degli italiani: se nel 2010 in Italia potevamo contare 311 birrifici artigianali, oggi sono oltre 850 gli impianti in funzione e la fetta di mercato relativa alla birra artigianale ha di recente superato il 3%. Diversi gli eventi proposti dagli aderenti alla manifestazione, che lo scorso anno hanno superato quota cinquecento, fra gli imperdibili, c’è la cena-sfida“Vino contro Birra” del 2 marzo all’Osteria numero 2 di San Giorgio Bigarello (MN) dove si svolgerà una cena in food pairing con i prodotti di un’azienda, la Siemàn di Villaga di Vicenza, che appunto è specializzata sia in vini naturali che in birre a fermentazione spontanea. Spostandoci al Sud, giovedì 5 marzo, la Bottega del Luppolo di Altamura (BA) ospiterà il birraio di Birrificio Mastino con 7 spine dedicate alle sue creazioni, mentre il giorno dopo la Birroteca di Potenza organizza una degustazione di Saison con il birraio del Birrificio Basilisca, mentre il beer sommelier Gerardo Romano introdurrà gli ospiti al mondo del Lambic. Nello stesso giorno, a Roma, all’Hopside ci sarà invece una serata con il birraio di Birra del Doge. Sabato 7 marzo sarà invece la giornata dei birrifici aperti: a Forgaria nel Friuli (UD) Birra Garlatti Costa visita con il birraio e possibilità di assaggi. Stessa cosa succederà in Liguria: a Savona da BEdreamER e a Genova da Maltus Faber. In Lombardia, Rogno (BG), si terrà un laboratorio sulle materie prime presso il Birrificio Agricolo Pagus. Promettono sorprese i ragazzi del Birrificio Trunasse di Centallo (CN): cotta pubblica e un gustoso BBQ. E a due passi da Roma il Ritual Lab di Formello, fresco vincitore del prestigioso titolo di Birrificio dell’anno 2020, organizza per curiosi e appassionati una cotta pubblica. E per chiudere in bellezza, basta andare in Molise per partecipare, nella mattinata della domenica conclusiva della Settimana della Birra Artigianale, a una rilassante sessione di Beer Yoga nel cortile del birrificio Cantaloop di Cantalupo nel Sannio (IS).

Translate »