Come utilizzare la pasta fillo

Come utilizzare la pasta fillo

Come utilizzare la pasta fillo
Come utilizzare la pasta fillo
Come utilizzare la pasta fillo
Come utilizzare la pasta fillo
Come utilizzare la pasta fillo

Forse vi sarà capitato di vederla al supermercato o di assaggiarla in un ristorante, ma siete certi di sapere davvero cos’è e come si prepara la pasta fillo?

Come si prepara la pasta fillo?

Si tratta di un tipo di pasta sfoglia leggera e sottile di origine greca.
Si può preparare anche in casa e gli ingredienti sono semplicemente acqua, farina e olio, ma dato che la lavorazione richiede un po’ di tempo e pazienza, è preferibile comprarla già pronta al supermercato.
in alcune ricette troverete anche il burro tra gli ingredienti, ma a nostro avviso la versione con l’olio extravergine di oliva è più buona. Il segreto di questa pasta è lo spessore. Dopo aver preparato l’impasto, viene fatti riposare e poi steso con la macchina per la pasta fresca. Deve essere sottilissimo.

Una preparazione con la pasta fillo.
Una preparazione con la pasta fillo.

Come si conserva?

Si conserva in frigo e nella sua confezione e una volta aperta dovete aver cura di riporla coprendola bene altrimenti si secca.

Come si utilizza in cucina?

Viene utilizzata in genere per preparare fagottini sia dolci che salati e croccanti lasagnette. Essendo molto sottile è consigliabile sovrapporre sempre due o tre fogli invece che utilizzarne uno solo.
Per fare in modo che prenda la forma che si desidera si può spennellare dove serve con pochissima acqua.

La pasta fillo è molto utilizzata come già detto in Grecia e nella cucina araba soprattutto nella preparazione di dolci a base di frutta secca e miele.
Potete sostituirla alla pasta sfoglia per preparare cestini croccanti da riempire a piacere, involtini e torte dolci e salate. È una pasta un po’ difficile da lavorare perché come già detto è secca e molto sottile. Aiutatevi quindi con le mani leggermente unte o bagnate.

Pasta fillo e kataifi

Un particolare tipo di pasta fillo è la pasta kataifi che si ottiene tagliando molto sottilmente la pasta fillo. In pratica si tratta di capellini d’angelo aggrovigliati l’uno con l’altro fino a sembrare paglia.

Si utilizza soprattutto per avvolgere degli ingredienti prima della cottura in forno o in olio bollente. Ottimi per esempio i gamberi avvolti in pasta kataifi e poi fritti.

Translate »