Come fare le castagne bollite

Come fare le castagne bollite

Come cucinate le castagne in genere?  Molti le comprano già cotte nei baracchini per strada, molti le mettono in forno e i più fortunati le cuociono nel camino.
Ma uno dei modi più semplici per portare a tavola le castagne è bollirle.
Il risultato sono dei bocconcini dolci e morbidi che si mangiano uno dietro l’altro anche al naturale, e sono anche perfetti per la realizzazione di molti piatti dolci e salati.

Come si cucinano le castagne bollite?

La ricetta è davvero facile ma con i nostri trucchi lo sarà ancora di più.
Prima di tutto prendete le castagne e lavatele bene sotto l’acqua fredda, per togliere tutte le impurità: questa operazione andrà fatta bene se le avete colte con le vostre mani, normalmente le castagne del supermercato e del mercato sono state già parzialmente lavate.
Mettele in una pentola dai bordi alti e copritele di acqua fredda: per 1 kg di castagne ci vorranno 3 l di acqua.
Mettete un pizzico di sale, qualche foglia di alloro e, a chi piace, qualche seme di finocchio. Un trucco? Mettete nell’acqua un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva, sarà più facile sbucciarle dopo.
Fate bollire l’acqua e dal bollore contate minimo 40 minuti prima di toglierle dal fuoco. Potrebbe volerci anche un’ora dipende dalla dimensione della castagna.
Una volta scolate saranno pronte per essere mangiate!

 

Translate »