Castagnole di Carnevale, dorate e morbidissime

Castagnole di Carnevale, dorate e morbidissime

Il loro nome deriva dalla forma, poco più grande di una castagna: le castagnole, le frittelle di Carnevale che si preparano in Emilia Romagna (ma anche nelle Marche), sono bocconcini dorati tipici di questi giorni di festa, facili da preparare anche a casa e dal gusto così invitante che finiranno in un attimo. Le castagnole sono fatte con un impasto di uova, farina e zucchero cui si aggiunge un poco di liquore, normalmente il rum o la grappa bianca, secondo i gusti. Si servono spolverate di zucchero a velo, ma si possono anche farcire con della crema pasticciera o con della crema al cioccolato, per renderle ancora più golose. Qui di seguito la nostra ricetta, buon lavoro.

La ricetta delle castagnole di Carnevale

Scopriamo insieme come fare castagnole morbidissime con la nostra ricetta classica da provare a casa.

Ingredienti

250 g farina 00
40 g zucchero
50 g burro
2 uova
mezzo bicchiere di rum
la scorza di un limone o di un’arancia
mezza bustina di lievito
zucchero a velo per ricoprirle

Procedimento

Su una spianatoia, fate la classica fontana con la farina e unitevi il lievito, lo zucchero, il burro e iniziate a impastare. Aggiungete le uova, una alla volta, le scorze di limone per profumare, il mezzo bicchiere di rum e continuate a impastare fino a che non avrete ottenuto un composto liscio e omogeneo. A questo punto, avvolgete l’impasto con della pellicola da cucina e lasciatelo riposare in frigorifero per circa un’ora.

Dopo aver fatto riposare l’impasto, staccatene una parte e iniziate a creare la forma delle castagnole. Per farlo in modo semplice, arrotolate l’impasto tra le mani fino a ottenere un filoncino, dal quale poi riuscirete a formare facilmente delle palline, grandi poco più di una castagna. Intanto, fate scaldare in una padella l’olio di semi di arachide e iniziate a friggere solo quando sarà ben caldo: buttate le palline nell’olio e friggetele sino a che saranno ben dorate su tutta la superficie. Per ottenere un risultato perfetto, è fondamentale friggere poche palline alla volta.

Per verificare che le castagnole siano ben cotte anche all’interno, pungetele con uno stecchino: se questo uscirà asciutto, allora le castagnole saranno pronte. A questo punto potrete scolarle con una schiumarola e porle su di un piatto con della carta assorbente da cucina, in modo da eliminare l’olio in eccesso. Infine, quando sono ancora calde, spolveratele con dello zucchero a velo (oppure in alternativa potete anche rotolarle nello zucchero semolato) e servitele subito. Saranno ancora più buone se consumate appena pronte!

Se vi piace, potete aromatizzare le castagnole ricoprendole con lo zucchero a velo mescolato a un po’ di cannella.

Translate »