Carciofi alla Cavour

Carciofi alla Cavour

Quando era presidente del Consiglio, Cavour pranzava spesso al ristorante Il Cambio di Torino, dove, in stagione, sceglieva spesso piatti con i carciofi come questo, ispirato proprio a lui.

Pulite i carciofi. Lessateli per 10’ in poca acqua bollente salata con uno spicchio di aglio, un ciuffo di prezzemolo e un cucchiaino di olio. Scolateli e fateli sgocciolare bene mettendoli capovolti in un colapasta.

Dissalate le acciughe e spinatele. Tritate le uova con le acciughe e qualche foglia di prezzemolo. Sciogliete il burro in un tegamino, sulla fiamma dolce, e quando spumeggerà unite il trito.

Mescolate fino a ottenere una salsina, poi spegnete. Rotolate i carciofi nel grana in modo che se ne ricoprano bene, poi disponeteli in una pirofila, irrorateli con la salsa e infornateli a 200 °C per 3-4’. Sfornateli e serviteli tiepidi.

Translate »