Capodanno alternativo, il menu oltre la tradizione

Capodanno alternativo, il menu oltre la tradizione

Basta con i soliti cenoni di Capodanno. Per quanto buone, le tartine con il caviale, la pasta al salmone, l’insalata di rinforzo e il cotechino con le lenticchie hanno un po’ stufato, soprattutto se ai fornelli c’è sempre la stessa persona a dover preparare i soliti piatti. Ecco quali sono le nostre proposte per un Capodanno dal menu alternativo, che non farà di certo rimpiangere i grandi classici delle Feste.

Antipasti caldi e freddi

Sia che serviate una cena placée oppure che abbiate organizzato un buffet, proporre sia un antipasto caldo che uno freddo per il vostro Capodanno dal menu alternativo bendisporrà gli ospiti al luculliano (e insolito) banchetto che li aspetta.
Semplici, veloci e sfiziosi sono dei crostini con prosciutto cotto di Praga, confettura di prugne e noci. L’antipasto caldo, invece, richiede qualche attenzione in più, ma ne varrà la pena: i muffin di patate dolci e gelato di gorgonzola di certo non sono tradizionali, ma conquisteranno tutti.

Capodanno con menu alternativo sì, ma comunque mai senza primo

Ci sono alcuni alimenti che per il 31 dicembre non possono mancare e sono le lenticchie ed la meloagrana, entrambi portatori di buon auspicio per l’anno nuovo.
Niente cotechino, ma sapori orientali per la crema di lenticchie corallo e latte di cocco. Si tratta di un primo leggero, piccantino al punto giusto e che con la mente fa a viaggiare in terre lontane… chissà se regalerà così tanta fortuna da portare veramente in viaggio chi la mangia.
L’altro primo è un riso rosso con broccoli, melagrana e semi di zucca. Lessate il riso e fatelo saltare in padella con dell’olio, uno spicchio d’aglio, noce moscata e chiodi di garofano, semi di zucca e dei broccoli ridotti in cimette piccolissime. Terminate con i chicchi di melagrana prima di portare in tavola il piatto.

Secondo e contorno

Un po’ di mare e un po’ di terra, ma decisamente goloso, ecco com’è il secondo di questo menu alternativo di Capodanno.
Piatto forte, gli involtini di spada e pancetta. Per preparali, farcite ogni fettina sottile di pesce con una fettina di pancetta, scorza di arancia grattugiata, sale, pepe e rosmarino. Chiudete gli involtini con uno stuzzicadenti oppure dello spago da cucina e fateli rosolare in padella con un filo d’olio, sfumando con il succo di arancia.
Il contorno, invece, sono dei semplicissimi cavoletti di Bruxelles sbollentati e poi fatti saltare in padella con olio, dadini di bacon, sale e pepe e poi arricchiti con noci e chicchi di melagrana.

E infine il dolce

Per il dessert di questo menu di Capodanno alternativo l’ispirazione arriva dal Sudamerica con le pere al dulce de leche, una crema densa e dolcissima che ricorda le caramelle mou. Per prepararlo potete usare sia la ricetta del dulce de leche classica che quella veloce, tenete la crema semplicemente un po’ più liquida. Le pere, invece, vanno cotte intere e sbucciate per circa 15 minuti in una casseruola con acqua, zucchero e vaniglia.
Per impiattare, tagliate le pere a metà, eliminate i semini interni e ponetele su un letto di dulce de leche. Terminate se volete con amaretti sbriciolati o fave di cacao.

Translate »