10 vini da bere con le lasagne

10 vini da bere con le lasagne

Lasagne: i nostri consigli

Cosa c’è di più bello che tirare fuori dal forno una teglia di lasagne nei mesi più freddi dell’inverno? Con quella crosticina croccante che ancora sfrigola, il profumo del ragù che si diffonde per la casa, la tavola apparecchiata con tanti coperti, perché le lasagne sono un piatto da condividere, in famiglia o con gli amici, magari durante il pranzo della domenica, quando c’è più tempo per cucinare e per stare insieme.

Quali sono i vini da abbinare alle lasagne? Se si tratta della versione alla Bolognese, con besciamella e ragù, la risposta è una sola: il vino deve essere rosso, con una buona acidità, un corpo medio e un sapore morbido e fruttato.

Le varianti vegetariane o con il pesce chiedono invece vini bianchi, rosati, o perfino bollicine.

Ecco i nostri suggerimenti.

Lasagne alla Bolognese

Lambrusco di Sorbara Rimosso 2018 Cantina della Volta

Cominciamo con un abbinamento regionale che più classico non si può: la vivacità del Lambrusco aiuta a ripulire il palato dalla cremosità della besciamella e il Rimosso di Cantina della Volta, con i suoi aromi di fragoline di bosco, sta bene con il ragù.
15 euro.

Romagna Sangiovese Superiore Crepe 2018 Ca’ di Sopra

Restiamo nell’ambito degli abbinamenti regionali con un Sangiovese succoso e sapido, dalla beva travolgente. Fermenta in acciaio e matura in cemento, con una piccola percentuale del vino (il 10%) che fa un veloce passaggio in legno, acquisendo leggeri sentori speziati che richiamano la noce moscata della besciamella.
10 euro.

Barbera d’Alba 2018 Cordero di Montezemolo

Quando si cercano freschezza e facilità di abbinamento a tavola, non si può fare a meno di pensare a una Barbera. Quella di Cordero di Montezemolo profuma di more, prugne e cacao e ha tannini morbidi e un sorso scorrevole.
14 euro.

Valpolicella Ripasso Superiore 2017 Famiglia Pasqua

Un vino ricco, caldo e morbido come il Valpolicella Ripasso accompagna molto bene i primi piatti strutturati come le lasagne alla Bolognese. Quello di Pasqua ci piace anche per gli intriganti profumi di marasca e mirtillo.
15 euro.

Sicilia Nero d’Avola Lagnùsa 2017 Feudo Montoni

Fruttato e fresco, questo Nero d’Avola arriva da una vigna molto vecchia, piantata in un angolo remoto della Sicilia a una quota di 600 metri. Il suo carattere morbido e avvolgente e le note speziate tipiche del vitigno lo rendono un compagno perfetto per le lasagne al ragù.
17 euro.

Lasagne con il pesce

Franciacorta Brut Alma Bellavista

Un nuovo classico, veloce e gustoso, sono le lasagne in bianco con il salmone affumicato. La cremosità della besciamella, abbinata con un pesce di sapore intenso, sta bene con una bollicina Metodo Classico, come il Frnciacorta Brut Alma di Bellavista, fresco e sapido, con aromi che ricordano la frutta matura e la vaniglia.
25 euro.

Negroamaro Kreos 2018 Castello Monaci

Se le lasagne al pesce prevedono, invece, un sugo di pomodoro, la scelta giusta è un rosato pugliese. Quelli prodotti con uva negroamaro, come il Kreos di Castello Monaci, sono fruttati, intensi, con profumi che ricordano la macchia mediterranea e una grande piacevolezza di beva.
10 euro.

Lasagne vegetariane

Riviera Ligure di Ponente Pigato 2018 Maria Donata Bianchi

Una delle più celebri versioni di lasagne vegetariane è quella al pesto, che si abbina molto bene a un bianco ligure, come il Pigato. Quello di Maria Donata Bianchi è agrumato e complesso, con l’intensità giusta per il sapore del pesto e la cremosità della besciamella.
15 euro.

Chianti Classico 2016 Tenuta Perano Frescobaldi

Per le lasagne in bianco con i funghi si può scegliere l’abbinamento con un rosso giovane e dalla beva amichevole,  come un Chianti Classico.  Quello di Tenuta Perano ha intriganti profumi di lampone, mora e ciliegia con ricordi di erbe balsamiche e spezie.
14 euro.

Nosiola 2018 Pojer & Sandri

In abbinamento alle squisite lasagne con i carciofi, serve un vino leggero, che possa andare d’accordo con il particolare sapore degli ortaggi. Funziona bene un bianco del Trentino, a base di nosiola, che ha la giusta acidità e una bassa gradazione alcolica.

 

 

Translate »